Home » Benessere » Morire per colpa del morbillo. L’importanza del vaccino

Morire per colpa del morbillo. L’importanza del vaccino

Ecco perché i vaccini sono importanti. Ecco perché è responsabilità di tutti i genitori vaccinare i propri bambini contro questa malattia. Perchè un tempo questi vaccini non esistevano, e intere generazioni erano esposte. Generazioni che oggi sono adulte e sono ancora molto esposte al morbillo che diffondono i bambini. Come l’uomo (41 anni) di Sanremo che è deceduto ieri a causa di complicanze dovute al morbillo.

Si ammalano i bambini, muoiono i grandi

Non si tratta di una malattia da niente, che si risolve con qualche prurito e poche pustole, il morbillo è una patologia che attacca pesantemente gli organi interni. Le irritazioni e il prurito sulla pelle sono solo la sua manifestazione più esterna. I quarantenni di oggi non  hanno potuto fare i vaccini da piccoli perché non esistevano, e dunque sono a rischio. Basta un bambino malato che diffonda l’epidemia in famiglia per portare a rischio di gravi conseguenze -o anche della morte- i suoi stessi genitori e chi gli sta intorno. L’uomo di Sanremo è morto per complicazioni polmonari dati dal morbillo contratto oggi.

Bisogna vaccinare i figli

Immediatamente si è diffusa la psicosi di una “epidemia mortale di morbillo”, ma i medici ancora una volta cercano di rompere i muri dell’ignoranza. Non esistono “epidemie mortali” di morbillo. Il morbillo E’ GIA’ DI SUO una malattia grave, che può avere complicazioni serie e anche mortali. Non si sa chi e come possa morire per colpa del morbillo, per questo è importantissimo vaccinare i bambini. E NON E’ VERO che i vaccini uccidono. Uccidono le malattie e la stupidità umana. I bambini vaccinati contro le malattie esantematiche vivono meglio loro, senza rischi di contrarre contagi anche mortali, e fanno vivere meglio i loro genitori che non dovranno temere di trovarsi a 43 anni in Rianimazione con la vita appesa a un filo. Piangere dopo non ha senso. Ci sono i mezzi per prevenire… usiamoli!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Catania: la psicosi morbillo fa aumentare le vaccinazioni

Oltre duecento i casi di morbillo in un solo ospedale di Catania, e tra questi ...

Condividi con un amico