Home » Benessere » Ecco perché le donne muoiono d’infarto più degli uomini

Ecco perché le donne muoiono d’infarto più degli uomini

Sembra incredibile scrivere una notizia del genere nel 2018 ma è così: le donne muoiono di infarto più degli uomini perché non ricevono cure adeguate, rispetto ai loro mariti o fratelli. L’Università di Leeds in Inghilterra diffonde dati scioccanti a riguardo, confermati dal Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia. Le donne sono più a rischio malattie cardiache, rispetto ai maschi, è vero … a causa dello stress, delle gravidanze, degli sbalzi ormonali post menopausa. Ma vengono seguite meno.

Non vengono prescritte le stesse cure

La ricerca condotta su 180.368 individui tra uomini e donne, tutti reduci da un infarto, ha rivelato come la popolazione femminile del campione non riceveva le terapie standard post infarto che invece erano sempre riservate agli uomini. E per terapie standard parliamo della banale aspirinetta o dei farmaci contro il colesterolo alto. Di conseguenza, le donne hanno parecchie probabilità in meno dei loro mariti di sopravvivere a cinque anni dall’evento principale. Non si capisce perché per loro vengano prescritte meno -o affatto- procedure come bypass, pace-maker e appunto farmaci normalissimi per prevenire altri peggioramenti!

“Fanno tutto gli ormoni”

Non esistono controindicazioni che determinino la differenza di prescrizione per sesso, non ci sono prove evidenti che una terapia agisca meno o meglio in uno o nell’altro sesso. Ma allora per quale motivo le donne non le ricevono e gli uomini sì? Sarà ancora per quelle medievali credenze secondo cui le donne compensano tutto con gli ormoni? Anche dopo la menopausa? Sarà un sessismo latente che domina ancora in occidente in barba alla parità di diritti e alle belle parole? Non si sa, quello che è certo è che la mortalità da infarto nelle donne -anche per recidive- è più alta per mancanza di opportuno controllo medico. A meno che le signore non siano, per fortuna loro, sposate a dei medici!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

L’influenza blocca i donatori di sangue in tutta Italia

L’influenza ha colpito duro, come previsto. Il picco deve ancora arrivare ma già più di ...

Condividi con un amico