Home » Benessere » Ecco le prove che troppa ansia porta all’Alzheimer

Ecco le prove che troppa ansia porta all’Alzheimer

Si sospetta da tempo ma oggi se ne stanno raccogliendo, per la prima volta, prove concrete: lo stato ansioso può portare al morbo di Alzheimer, anzi può essere un primo campanello di allarme di un possibile rischio in tarda età. Ce lo dice, con certezza di dati, una ricerca dello  Brigham Women’s Hospital che ha seguito per diversi anni 270 persone anziane  tra i 62 e i 90 anni, senza disturbi psichiatrici attivi.

Aumento della beta amiloide

Nelle persone più ansiose si riscontrava la presenza della proteina chiave dell’Alzheimer (la beta amiloide) in quantità maggiori che nei soggetti più calmi. Segno che le due cose sono fortemente collegate e anzi forse proprio gli stati di ansia fanno aumentare i livelli di tale proteina che poi forma le placche cerebrali alla base della malattia. La coesistenza di alti livelli di beta amiloide con forti stati d’ansia potrebbe diventare un indice di diagnosi per l’Alzheimer anche in persone ancora giovani (30-40 anni) e aiutare a correre ai ripari prima che sia tardi.

Una ricerca da approfondire

Bisogna però fare le dovute distinzioni perché l’ansia, nelle persone anziane, è comunque e non tutti gli anziani ansiosi si ammalano. E’ una incidenza importante ma va ancora approfondita la ricerca per arrivare a conclusioni definitive. Sappiamo che la diffusione della malattia avviene con la trasmissione da neurone a neurone, sappiamo che la proteina beta amiloide viene prodotta anche da altre parti del corpo e non solo dal cervello, sappiamo che i sintomi che precedono l’Alzheimer sono diversi e non sempre in coincidenza tra loro… Lo studio sull’ansia sicuramente aiuta a capire meglio il processo di sviluppo di questa malattia, e sarà utilissimo per le diagnosi, ma va ancora trattato come un mezzo tra tanti e non come quello risolutivo del problema. In ogni caso, seguire con più attenzione le persone troppo ansiose, i genitori troppo protettivi, la gente che va in depressione a causa di uno stress eccessivo è un metodo importante per prevenire l’Alzheimer nel recente futuro.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Quando il peperoncino vi manda all’ospedale …

I calabresi, esperti in materia, magari saranno anche immuni ma non bisogna mai sfidare il ...

Condividi con un amico