Home » Benessere » Ecco come “allenare” il cervello

Ecco come “allenare” il cervello

Noi italiani non siamo un popolo di sportivi. O meglio, lo siamo finché “sportivo” vuol dire guardare le partite seduti sul divano… ma quanto a praticare uno sport siamo davvero indietro. Lo dimostrano anche tanti risultati nelle competizioni interazionali. E se il movimento fisico riguarda già una bassissima percentuale di persone, quello mentale ne coinvolge ancora meno.

La palestra del cervello

Perché esiste una “palestra per il cervello”, sapete? Sono i cruciverba, i sudoku, le poesie imparate a memoria … perfino la lista della spesa tenuta a mente. Ogni cosa che permetta ai nostri neuroni di lavorare è una salvezza per il cervello che si protegge, così, dalle demenze e dalle malattie del decadimento cerebrale. Una ricerca condotta di recente per conto della casa farmaceutica NOVARTIS ha evidenziato, in un campione consistente di italiani over 50, un discreto interesse per il movimento fisico (sebbene non a livelli di altri Paesi) con il 60% di persone che comunque frequenta una palestra, mentre meno del 37% “allena” la mente.

Alleniamolo online

Purtroppo, l’uso di cellulari intelligenti, tablet, computer avveniristici, l’uso di dispositivi (sensori di parcheggio, sensori di visuale notturna ecc.) anche sulle nostre auto mettono automaticamente il cervello a riposo forzato e non si è più abituati a trovare una soluzione. Tanto c’è il computer che lo fa per noi. Anche così muore la nostra mente. Alleniamo il cervello, con i giochi di enigmistica, con la lettura, con i giochi di abilità mentale (un puzzle, un modellino 3d), anche la musica è un ottimo allenamento cerebrale. E non sottovalutiamo nemmeno il sano mangiare e un sano riposo. Il cervello funziona di notte molto più che di giorno, se gli togliamo le ore di sonno lo rendiamo inattivo e pigro. Per aiutarci ad allenare la mente, NOVARTIS ha ideato anche una serie di giochi online chiamati Brain Power e accessibili a tutti basta entrare nel sito della casa farmaceutica e applicarsi ai divertenti esercizi.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Parkinson: un metodo per alleviare i sintomi

Il Parkinson lo abbiamo conosciuto tutti, in mondovisione, nella sofferenza di Papa Giovanni Paolo II ...

Condividi con un amico