Home » Benessere » Ecco il “verme” dei cani che può colpire i bambini

Ecco il “verme” dei cani che può colpire i bambini

Dall’America arriva una notizia inquietante che dovrebbe preoccupare chiunque abbia un animale, o meglio un cane, in casa. Esisterebbe un parassita che i cani si “scambiano” quando corrono nei parchi e che avrebbe effetti pesanti anche sull’uomo, in particolare sui bambini piccoli. Secondo il New York Times – che ha battezzato il micro organismo “parassita dell’area giochi”- il pericolo risiede nell’erba dove i bimbi giocano e si rotolano e dove i cani urinano e a volte poggiano muso e  lingua. 

Toxacara, un verme che i cani passano all’uomo

I medici americani però non  sanno ancora di che si tratta esattamente e non hanno una definizione specifica per la malattia. Si sa soltanto che diversi sintomi accusati dai bambini colpiti dal parassita -dolori di testa, febbre, crisi epilettiche e forte calo dell’attenzione, con sviluppo di ritardi anche notevoli- sono attribuibili a un “verme” nematode chiamato Toxacara. Tali parassiti abitano nell’intestino di cani e gatti, dunque probabilmente passano nell’erba dei parchi dalle loro feci o dal naso (spesso i cani annusano fin troppo da vicino i bisogni di altri cani) e dall’erba dei parchi, poi, passano alle mani e alla bocca dei bambini.

L’igiene è importantissima

Nessuna malattia misteriosa, quindi, ma un problema di igiene che può diventare però un pericolo serio per la salute. Anche mortale, se le larve prendono piede nel cervello crescendo dentro di esso. Come si combatte? Con l’igiene! Non potete imporre l’igiene al vostro cane, anche perché annusare le feci è parte importante del comportamento di questo animale durante il “giro” per marcare il territorio, ma dovete fare in modo che i vostri figli la rispettino il più possibile. Invitateli a lavarsi le mani dopo aver giocato col cane, o al parco, pulite loro spesso le mani con prodotti igienici come Amuchina, invitateli a non mettere le mani in bocca o le dita nel naso e negli occhi durante i giochi all’aria aperta. E soprattutto evitate quella brutta abitudine che sono “i baci in bocca al cane”. Dimostrate il vostro affetto all’animale con una carezza o una pacca… niente lingua in faccia e niente “bacini”.  (photo copyright SLADIC Shutterstock)

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico