Home » Benessere » Gli “odiatori del web” e il figlio malato della Santarelli

Gli “odiatori del web” e il figlio malato della Santarelli

“Stai in tv, invece di stare con tuo figlio? Vergogna!” , “Stai trascurando un bambino malato!” … per replicare a queste frasi, e ad altre molto peggiori, la ex modella e conduttrice Elena Santarelli ha dovuto rendere noto al mondo -SUO MALGRADO-  il proprio dramma personale. La malattia (non ben specificata) del suo figlio primogenito Giacomo, 9 anni, avuto dal marito ex calciatore Bernardo Corradi.

Odiatori all’attacco perché lei va in TV

Le critiche si sono scatenate per l’apparizione della showgirl a una recente trasmissione in cui compariva allegra, serena e per nulla devastata dal dolore. Una cosa che lei ha spiegato senza tanti giri di parole: “Quella trasmissione era registrata, noi la diagnosi l’abbiamo avuta solo da poco!” e attacca, ferita “Vi dovete solo vergognare! Anche se fossi andata in diretta nessuno ha il diritto di puntare il dito e sparare cattiverie!”. In fondo, prosegue la Santarelli, “i genitori dei bambini malati che ho conosciuto in ospedale vanno a lavorare nonostante le malattie dei figli” … e se c’è chi fa il medico, la maestra, il fabbro o il muratore c’è anche chi lavora in TV e deve andare, comparire, senza far trapelare niente.

Una malattia misteriosa

Cosa abbia di preciso il piccolo Giacomo non si sa, ma la madre ha condiviso troppo spesso un link che raccoglie fondi per le cure dei tumori infantili e ha sottolineato come “ogni anno 2.100 bambini si ammalino di cancro”. Il timore è che il bambino sia stato colpito da una forma di neoplasia e il peggio è che lui conosce la verità, come ha rivelato la conduttrice a Radio105, senza però mai scendere nei dettagli. Perché davanti alla malattia grave di un bambino così piccolo si sente solo una mamma come tante, impegnata nella lotta per tenere il proprio figlio al sicuro e in salute. Una lotta che affronta col marito e con l’altra figlia, di nemmeno 2 anni. E’ davvero triste che l’odio di chi passa la vita a insultare sul web non si fermi nemmeno davanti alla sofferenza di un bambino, e alla sofferenza di una mamma che per quanto famosa sia soltanto lei può sapere cosa sta provando nel cuore. Nessuno dovrebbe giudicare.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico