Home » Benessere » Ecco come perdere chili senza sacrifici né danni

Ecco come perdere chili senza sacrifici né danni

Negli Stati Uniti è famosa fin dagli anni Novanta. La dieta elaborata dal dottor Philip Lipetz sta diventando un successo planetario anche perché, al contrario di molte altre diete, non toglie alimenti né aggiunge cose strane alla nostra tavola ma si limita a farci mangiare per assumere “le buone calorie”. Insomma, aumentare di pochi grammi per perdere al contempo pochi chili in un giusto lasso di tempo. Non è una contraddizione, perché per dimagrire bene il corpo deve essere sano e in forma.

Dimagrire piano ma in modo sano

Pane di segale integrale, fiocchi d’avena, cereali integrali, piselli, fagioli, carne di pollo e di tacchino, pesce, latticini, carni rosse se fatte al forno… notate nulla di anomalo? No, perché di fatto con la dieta Lipetz si mangia bene, con gusto, ma senza esagerare e dosando in modo saggio le varie calorie durante il giorno. In questo modo, magari non si perdono 7 chili in 7 giorni, ma se ne possono perdere 2 alla settimana, che male non è. Significa dimagrire senza soffrire e senza perdere il gusto di mangiare. Significa anche che ogni Paese e cultura può adattare la dieta alla propria tradizione alimentare, ed è per questo che in Italia sta arrivando solo ora. Si è studiato per alcuni anni il modo di inserire la dieta Lipetz nella nostra dieta mediterranea.

Ecco alcuni esempi

Unica regola imposta dalla dieta è che i cibi non siano mai cotti troppo, né bruciacchiati. Insomma, mantenere le proteine originali senza perderle nella pentola. Dopo di che, si possono organizzare tranquillamente i tre pasti principali. Colazione: fiocchi di cereali o crusca con latte scremato oppure con una spremuta di arancia o uno yoghurt al naturale. Pranzo:   lenticchie con aglio e zenzero e una macedonia di frutta fresco. Gli spuntini sono a base di verdure, formaggi magri, yoghurt. Cena:  insalata di cetrioli con pane di segale integrale, zuppa di vegetali oppure lasagne vegetariane a base di melanzane e zucchine a fette cotte alla griglia. Questi sono solo esempi che possono essere variati, magari aggiungendo elementi della nostra dieta italiana come l’insalata di pomodoro, i formaggi locali, il pane di grani saraceni e così via.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ecco alcuni consigli per usare bene la Curcuma

Anti infiammatoria, anti tumorale, protettiva del sistema immunitario … buona. Ecco molti dei vantaggi e ...

Condividi con un amico