Home » Benessere » Paura meningite a Catania: ma era un falso allarme

Paura meningite a Catania: ma era un falso allarme

La febbre forte, il dolore che la faceva piangere senza sosta, la rigidità dei muscoli … si era parlato e si era temuto davvero un caso di meningite batterica al “Garibaldi” di Catania. La paziente, una bimba di soli 2 anni, si è aggravata nel giro di poche ore ed è morta dopo un profondo stato di coma in poche ore. C’erano tutti i presupposti per parlare della malattia terribile che fa tremare chiunque ne senta il nome, ma in questo caso gli esami approfonditi hanno escluso qualsiasi infezione da meningococco.

La bimba è morta per l’influenza

Purtroppo la piccola paziente catanese è deceduta per complicazioni dovute alla forte influenza di quest’anno, influenza -lo ripetiamo- che poteva può essere arginata o comunque affrontata con meno danni grazie ai vaccini. La bimba era troppo piccola per essere sottoposta alle vaccinazioni normali, ma se la gente, la città intorno a lei si fosse vaccinata tutta quanta forse avrebbe corso meno rischi. Nel caso della piccola, l’influenza stagionale ha causato forti scariche di diarrea che hanno scatenato uno shock settico fatale.

Nessun pericolo meningite

Una situazione che è stata curata immediatamente con ogni attenzione, ma che era già troppo grave all’arrivo per far ben sperare. Molti sintomi dell’influenza stagionale sono simili a quelli della meningite. Tra questi non rientra la diarrea, che però la bimba aveva avuto nei giorni precedenti e non era riscontrabile al ricovero. Si è subito pensato all’esame del liquor cerebrale per escludere contagi da meningite e il risultato è stato negativo. Nella disgrazia enorme che ha colpito questa famiglia, per lo meno non si aggiunge il dramma di possibili altri membri in pericolo. Il caso ancora una volta ribadisce a chi fa finta di non capire l’importanza dei vaccini … non solo per noi stessi ma anche per chi ci sta intorno e non può difendersi (come i bimbi piccoli e i malati).

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Il costo pesante di chi non si cura

Quando ignoriamo un malanno, ci curiamo tardi o rifiutiamo di curarci spesso crediamo di risparmiare ...

Condividi con un amico