Home » Benessere » Tra cinque anni mancheranno medici in tutta Italia

Tra cinque anni mancheranno medici in tutta Italia

three blurred figures in medical uniforms walking away in hospital corridor

“Vai a studiare fuori, che in Italia non c’è futuro” … “Mio figlio fa il medico a Londra”… “Mio figlio dopo la laurea andrà in Germania“. Tutti genitori fieri di aver spedito i figli lontano dall’Italia, tutti contenti che il figlio è all’estero, perché fa fico avere un figlio all’estero. Un medico all’estero. E in Italia? In Italia, dove 45.000 dottori stanno per andare in pensione senza ricambio, ci troveremo tra 5 anni senza nessuno che ci curi.

Medici di famiglia in via di estinzione

Mancano soprattutto i “medici di famiglia”, quegli specialisti generici in grado di aiutare i singoli pazienti con i malanni più o meno gravi di ogni giorno, di seguirli e consigliarli in caso di ricovero. Professionisti preziosi che ormai però stanno scomparendo. Perché i giovani, oggi, vogliono diventare subito cardiologi, neurochirurghi, chirurghi plastici … insomma, vogliono far soldi. Magari all’estero. E così la bellissima città di Matera non trova un pediatra nemmeno a peso d’oro (si era arrivati a offrire 9000 euro al mese!), e le isole come Pantelleria, Lampedusa, Lipari non trovano un solo laureato in medicina disposto a vivere lì anche solo un anno, pagato profumatamente. Meglio Londra, Berlino, meglio i soldi facili.

Ma anche anestesisti, pediatri e ginecologi

E dire che in Italia mancano anestesisti, e dire che ogni università spende mille euro l’anno per i corsi di formazione di giovani medici e specializzandi che poi andranno a lavorare oltre le Alpi. Una spesa e uno spreco per tutto il Paese. Ci si domanda ancora una volta… perché?  Forse si dovrebbero educare i giovani studenti di medicina alla nobiltà della professione medica, che una volta mirava a salvare vite e non a ingrassare le tasche. Forse bisogna tornare ai vecchi metodi di insegnamento … ai medici “di campagna” appassionati e veri. Bisogna che questo succeda presto perché già nel 2022 mancheranno medici di base in  Sicilia, Lombardia, Campania e Lazio. E mancheranno ovunque pediatri, chirurghi, ginecologi e anestesisti.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico