Home » Benessere » Ecco i “proiettili di DNA” che uccidono i tumori

Ecco i “proiettili di DNA” che uccidono i tumori

Se ne era parlato nei mesi scorsi, oggi forse abbiamo i primi risultati concreti. La nuova tecnica anti tumorale che si sta sperimentando in Cina sta dando speranze importanti per la lotta localizzata alle masse tumorali, in modo che non vengano distrutte, insieme ad esse, anche le parti sane dell’organismo. La micro medicina è sempre più raffinata e unendosi alle terapie genetiche diventa un’arma imbattibile. In questo caso è il DNA protagonista “involontario” dell’evento.

Micro robot come proiettili fatti di DNA

Finora i risultati dell’esperimento danno successo assoluto sui topi da laboratorio, ma si sta pensando seriamente di testarlo anche sull’uomo. In pratica, si riduce il DNA in minuscoli frammenti e questi poi si assemblano artificialmente creando dei “nanorobot”, come degli invisibili “proiettili” di materiale genetico programmato per distruggere soltanto le cellule maligne. Mille volte più piccoli di un capello, questi frammenti trasportano un enzima (la Trombina) che toglie ossigeno alle cellule tumorali lasciandole senza nutrimento e senza energia per riprodursi ed espandersi.

Il tumore si autodistrugge

Una volta raggiunta la massa tumorale, il nanorobot di DNA si apre e libera la Trombina la quale come dice appunto il nome crea dei minuscoli “trombi” nei vasi sanguigni del tumore, facendolo letteralmente morire con migliaia di “ictus”. In tal modo la massa si ferma e si autodistrugge mentre tutto intorno le parti sane del corpo e le cellule non malate continuano a vivere senza avere effetti collaterali dal trattamento. Bisogna ancora valutare eventuali rischi non previsti, ad esempio se questa sostanza una volta distrutto il tumore non vada ad attaccare anche vasi sanguigni sani e importanti … prima di passare all’uomo saranno condotti molti altri studi. Ma sui topi la riduzione dei tumori trattati così è stata anche definitiva con guarigioni totali in poco tempo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico