Home » Benessere » Influenza: in Italia più vittime che in Australia

Influenza: in Italia più vittime che in Australia

L’influenza in Italia ha fatto più vittime (sia in senso di contagi che di decessi) che in Australia, Paese da dove il virus è partito. Perché facciamo questo confronto? Perché l’Australia, pur essendo un continente vastissimo, ha in tutto la stessa popolazione del nostro piccolo Paese e dunque su una cifra più o meno uguale di abitanti (circa 60 milioni) loro hanno avuto 25 decessi influenzali e noi 112!

Il vaccino avrebbe evitato tutto questo

Inutile dire che il discorso torna a battere sempre sullo stesso punto: IL VACCINO. Nessuno può mai sapere come e quanto colpirà un virus influenzale in un territorio, dipende dalle condizioni climatiche e dalle abitudini sociali, per questo bisogna vaccinarsi PRIMA che la malattia arrivi. Se una volta arrivata si manifesta troppo aggressiva, o potente, o addirittura mortale poi non c’è tempo per rimediare. E’ quello che è successo quest’anno in Italia. Sette milioni di contagiati, 112 morti, complicazioni lunghe e fastidiose soprattutto per i bambini piccoli, quelli cioè non ancora in età da vaccino. Quando noi adulti rifiutiamo di vaccinare noi o i nostri figli più grandi, mettiamo in pericolo i nostri bimbi neonati, i piccoli dell’asilo e i bambini malati che per motivi di salute non possono reggere la vaccinazione.

L’influenza, non il vaccino, arricchisce le aziende

Quando il nostro stupido egoismo ci permetterà di capire quanto danno facciamo NON vaccinandoci, forse riusciremo a evitare certe cifre. Il vaccino non fa male, non  uccide e non arricchisce le case farmaceutiche. Le aziende dei farmaci fanno più miliardi sui medicinali che usate per curare l’influenza che per la vendita dei vaccini! Un caso su un milione o su svariati milioni può riportare complicazioni dopo la vaccinazione, ma è assurdo che per evitare una casistica tanto rara ci si metta in pericolo tutti. La lezione di quest’anno insegna. Se siete ancora lì a combattere con quel 38 e mezzo di febbre, se i vostri bimbi piccoli stanno tossendo da tre mesi, se il mal di gola non vi da tregua da Natale … l’anno prossimo VACCINATEVI!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Il costo pesante di chi non si cura

Quando ignoriamo un malanno, ci curiamo tardi o rifiutiamo di curarci spesso crediamo di risparmiare ...

Condividi con un amico