Home » Benessere » Una fan contro Nadia Toffa: “Forse sul cancro hai esagerato”

Una fan contro Nadia Toffa: “Forse sul cancro hai esagerato”

Sul “caso” Nadia Toffa -la giornalista delle Iene ricoverata a dicembre per un “malore” e tornata la scorsa settimana a lavoro dopo aver raccontato la sua lotta al cancro- interviene una lettera davvero diretta e pungente dal web. La lettera (oltre 20.000 condivisioni) di una donna che si dichiara ammiratrice di Nadia Toffa per i servizi e le inchieste che conduce magistralmente, ma che proprio in nome di questa ammirazione si sente di darle un monito: forse con quell’appello sul cancro hai esagerato!

Le critiche di una fan che sa cos’è il cancro

Nadia Toffa è tornata alle Iene dichiarando di aver avuto un tumore, che è stato rimosso e che in due mesi, grazie alla chemio e alla radioterapia, ora è praticamente guarita. Non è un evento raro che una persona in pochi mesi sconfigga un tumore, se quel tumore è preso per tempo e dunque eliminato. Dunque nessun motivo per non credere alla storia della ragazza … ma certamente tutto quell’entusiasmo, quel definire i malati di tumore “dei fighi”, come se fossero concorrenti di un reality è stato preso male da chi combatte ogni giorno con tumori molto più pesanti e devastanti di quello di Nadia. La sua ammiratrice, una bella ragazza umbra di nome Catia (NON daremo i suoi dati e la sua pagina facebook in pasto agli haters, sebbene l’abbiamo sotto mano) non risparmia critiche sebbene mosse con affetto e racconta la sua storia personale.

La lettera per Nadia

“Beata te cara Nadia Toffa che in due mesi hai scoperto di avere un tumore, hai fatto l’intervento, chemio e radio , sei già al lavoro e ti dichiari guarita (????)... Sai , qui , nel mondo di noi comuni mortali , ci sono persone che in due mesi non riescono neanche ad avere una diagnosi , dati i tempi biblici delle prenotazioni ospedaliere, magari muoiono ancor prima di sapere di che male soffrissero .” inizia la lettera di Catia e continua sulla scia di una amarezza che sicuramente ha riflessi privati  “I malati no , cara Nadia , loro non sono fighi e non credo neanche si sentano fighi. Sono solo PERSONE che vorrebbero essere trattate dai medici come tali. Beata te che vivi su un pianeta in cui avere il cancro fa sentire fighi!”. Oltre lo sfogo, certamente in questa lettera ci sono verità reali, non ultimo il risalto che viene dato alle malattie dei personaggi famosi e la cura alla loro persona, mentre un “comune mortale” deve combattere con burocrazia, file, rifiuti, rimproveri che davvero non fanno spettacolo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Humanitas in aiuto dei giovani malati di cancro

Sono in aumento, e non solo in Italia, i casi di tumore tra gli adolescenti ...

Condividi con un amico