Home » Benessere » Inquinamento prima causa infertilità maschile

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini sono assai allarmanti. Secondo gli esperti infatti il numero degli spermatozoi presenti nel liquido seminale negli ultimi 30 anni, si è dimezzato.

Gli esperti ritengono che il 60% dei casi di infertilità tra gli uomini sia causato dall’esposizione ad agenti inquinanti, soprattutto alle polveri sottili, oltre a fattori già conosciuti, come fumo e alcol. A minacciare la fertilità maschile anche l’esposizione a fonti di calore o radiazioni: a questo riguardo, le professioni più a rischio sono quella dell’operaio e del cuoco.

Tra le cause di infertilità femminile figurano invece l’abuso o un uso poco attento di alcuni farmaci, come l’ibuprofene. Ma ci sono anche elementi di tossicità, che interessano entrambi i sessi: ad esempio negli alimenti o nelle bevande possono essere presenti sostanze altrettanto dannose, a partire dalla stessa plastica che quotidianamente viene usata nel confezionamento.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico