Home » Benessere » Ecco l’occhio “con la messa a fuoco bionica”

Ecco l’occhio “con la messa a fuoco bionica”

C’era una volta “l’uomo bionico” che negli anni Ottanta anticipava quel che avremmo visto realizzare dalle nanotecnologie applicate alla scienza medica. L’uomo, oltre ad avere un braccio bionico aveva anche un occhio capace di vedere lontanissimo. L’occhio realizzato ad Harvard non ha queste capacità super spaziali, ma basta “soltanto” a ridare la vista a chi ha problemi. Scusateci se è poco!

Occhio con messa a fuoco artificiale

L’occhio artificiale funziona come l’obiettivo con sensore delle macchine fotografiche moderne: le metalenti in silicone (più sottili di un foglio di carta e leggerissime) sistemate su polimero trasparente consentono la messa a fuoco automatica e di conseguenza un controllo maggiore su problemi di astigmatismo e su chi fatica a inquadrare l’immagine muovendo l’occhio da un punto all’altro. Queste capacità che sono tipiche dell’occhio umano, per colpa di alcune patologie o dei disturbi dell’età, vengono meno nel corso degli anni e si possono solo correggere con occhiali o interventi.

Uno zoom utile per il futuro

La messa a fuoco artificiale, invece, permette di ritrovare le funzioni dell’occhio eseguendo un solo intervento e una volta soltanto nella vita. Per lavorare su questa funzione, mettere a fuoco sullo spostamento dell’immagine, l’occhio “bionico” deve anche avere un movimento zoom come l’obiettivo di una macchina fotografica, sebbene limitato all’uso quotidiano della vista. Però chissà … in futuro si potrebbe davvero avere una super-vista capace di leggere lontano anche chilometri. A cosa servirà non lo sappiamo, adesso. Ma mai dire mai!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico