Home » Benessere » Un “coltello” contro il tumore al cervello

Un “coltello” contro il tumore al cervello

La chirurgia di precisione e il tumore al cervello si incrociano sempre più spesso. La ricerca medica ha puntato contro questa malattia terribile e quasi sempre difficile da operare… infatti non si può stravolgere il cervello come si stravolge, chirurgicamente, qualsiasi altro organo. Asportando o bruciando alcune sue parti si perdono funzioni importanti come movimento, parola, vista, ecc. Ecco perché la precisione contro i tumori cerebrali deve essere assoluta. E se il bisturi non la garantisce più, ci riescono i robot o i laser.

Un “coltello” a raggi Gamma

Uno degli ultimi metodi efficaci usati contro i tumori del cervello è Gamma Knife, ovvero un coltello che non taglia ma che distrugge ugualmente la massa tumorale. Come? Emettendo dei finissimi raggi Gamma che vanno a sbriciolare e bruciare direttamente le cellule malate senza toccare o danneggiare quelle sane intorno. In questo modo si elimina il tumore ma il cervello rimane intatto. E non solo il tumore. La tecnica di Gamma Knife si può usare anche per altre patologie legate al cervello, come ictus, epilessia o traumi.

Pochi minuti e si evita la chirurgia

Il Gamma Knife è disponibile in Italia già da diverso tempo e adesso approda al sud per la prima volta (a Bari, all’ospedale Anthea). Il macchinario esegue a un tempo la diagnosi, l’individuazione della massa e la sua distruzione con trattamento a raggi Gamma. Il tutto avviene in tempi rapidissimi, appena 30 minuti (a volte si arriva a 90 a seconda della estenzione del tumore) e con zero conseguenze per i pazienti. Il malato viene fatto sdraiare, indossa una mascherina protettiva per il viso, e subisce il bombardamento di raggi Gamma che è assolutamente non invasivo e quindi non doloroso. Con alcune centinaia di sedute l’anno, si può evitare del tutto l’apertura del cranio per la rimozione del tumore e il paziente non avrà conseguenze sgradevoli alla fine del percorso curativo. Il sistema di Gamma Knife è più preciso e più evoluto della radioterapia, a cui un po’ somiglia, ma soprattutto è versatile e consente anche a soggetti su cui la craneotomia era impossibile di essere salvati.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico