Home » Benessere » Come evitare le cadute sulla neve (e i danni fisici)

Come evitare le cadute sulla neve (e i danni fisici)

Gli atleti che si sono appena sfidati in Corea lo sanno benissimo, molti italiani lo stanno imparando oggi, sotto la nevicata record di questi giorni tra Napoli e Milano. La neve è bella ma non perdona. Se non la si sa affrontare bene si cade, si scivola, si va a sbattere e là sono dolori… nel vero senso! Le cadute e gli infortuni sugli sci sono all’ordine del giorno, non solo tra i professionisti. In linea generale, quando si scia o quando si cammina nella neve, si deve fare attenzione ad alcune specifiche parti del corpo.

Ginocchia, spalle e mani

Ginocchia e spalle sono i più esposti. Soprattutto quando si scia, le ginocchia sono sottoposte a uno stress continuo e quando si cade spesso il danno che si riporta è la distorsione o la rottura dei legamenti. Per quanto riguarda la spalla, è frequente la lussazione, la “uscita” della spalla dalla sua articolazione a causa del tentativo di parare la caduta. Per evitare entrambi i danni, si dovrebbe imparare a cadere “bene” e questo lo insegnano tutti gli istruttori di sci. Perciò è sempre bene fare dei corsi, prima di lanciarsi sulle piste. Altri danni importanti riguardano invece le mani, il pollice in particolare e il polso: le fratture a radio distale e alle falangi sono comunissime. Si evitano usando il più possibile dei guanti imbottiti per evitare gli urti e cadendo “bene” per evitare gli impatti peggiori.

Come  proteggersi in anticipo

Più gravi, a volte mortali, sono i danni a collo e schiena. Sbattere il collo o la schiena quando si cade durante una sciata può essere grave come sbattere la testa. In questo caso, l’unico modo per evitare queste cadute è ragionare col cervello … evitare i fuoripista se non si è pratici del posto, evitare le discese pericolose se non si è ancora pratici, lasciarsi guidare senza fare di testa propria. Gli esperti consigliano, molto prima di imparare a sciare, di rafforzarsi con palestra e piscina per avere addominali e muscoli delle gambe potenziati. Molte cadute si evitano se il corpo riesce a reggersi in piedi e questo lo fa grazie alla forza che ha acquisito con l’allenamento. Ricordatelo, anche quando nevica in città … la ginnastica può salvarvi pure in queste situazioni!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Salire le scale … non solo una questione di dieta

Fare le scale, far la spesa a piedi, andare in centro in bici invece che ...

Condividi con un amico