Home » Benessere » L’8 marzo una giornata di prevenzione al femminile

L’8 marzo una giornata di prevenzione al femminile

Prevenire è cosa buona ma se si pensa a quanti sono i tumori e le malattie varie da cui bisogna difendersi si dovrebbe passare la vita seduti in sala d’attesa dal medico. E tutto questo costa tempo e denaro! Per questo è bene approfittare delle giornate come quella dell’8 marzo, per esempio per i tumori femminili, durante la quale si possono fare tutti i controlli del caso e GRATIS.

Duecento ospedali in campo

Partecipano all’iniziativa oltre 200  ospedali italiani contrassegnati dai “Bollini Rosa” e che proprio nel giorno della Festa della Donna apriranno le porte non solo per i tradizionali controlli al seno ma anche per l’ H-Open Day dedicato alla Ginecologia e ai tumori delle ovaie e dell’utero. Non solo tumori, attenzione!  Quasi tutte le patologie legate all’apparato riproduttivo femminile sono asintomatiche e si manifestano quando sono in stadio avanzato proprio per l’assenza di dolori. Succede anche per i fibromi uterini, per l’ovaio policistico, per il Papillomavirus umano. Diversa la situazione per l’endometriosi, che è invece dolorosissima. Non sono tutte malattie mortali ma POSSONO diventare mortali se si trascurano. Ecco perché giorno 8 la prevenzione va colta al volo! 

Come fare per prenotare la visita

Saranno tantissime le iniziative in Italia e tanti gli ospedali e i centri medici che parteciperanno alla giornata, per cui per prima cosa informatevi su quali sono quelli più vicini a casa vostra ( connettetevi al sito www.bollinirosa.it e digitate la vostra zona di residenza), dopo di che prendete qualche ora di permesso dal lavoro o dagli impegni familiari perché ci sarà da fare un po’ di fila, quindi incontrate il medico e oltre a farvi visitare parlate con lui o lei dei vostri dubbi. Molte malattie sono state prese per tempo proprio grazie ai dubbi risolti durante le “giornate per la prevenzione”, domande che altrimenti dovevano essere fatte a pagamento ai medici e non tutte possono permetterselo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Cancro: bimbo di 5 anni dona “mezzo euro” alla ricerca

Giovanni ha 5 anni ma ha già capito una lezione durissima della vita: esistono malattie ...

Condividi con un amico