Home » Benessere » Ecco il colpevole di buona parte dei tumori

Ecco il colpevole di buona parte dei tumori

Per il momento la sperimentazione avviene soltanto nei topi, però funziona, sta dando risultati impressionanti. Ed è per questo che c’è molto ottimismo tra i ricercatori dell’Università di Siena, di Brescia e dell’ateneo di Manchester che hanno lavorato insieme al progetto. Un progetto che in diversi anni di studio ha portato a capire qual è la proteina colpevole della crescita di buona parte dei tumori, se non tutti.  La scoperta è stata pubblicata dal magazine dell’Accademia delle Scienze americana.

Colpevole è la proteina ERK3

Da tempo si era capito che il tumore innesca un’alleanza malefica con alcune cellule del nostro corpo che normalmente sarebbero benefiche, i macrofagi. Sono quelle cellule che dovrebbero divorare e uccidere le anomalie cellulari e difendere il nostro corpo, invece nel caso dei tumori si mettono “a servizio” della massa cancerogena e la aiutano ad espandersi. La proteina ERK3 spinge queste cellule a velocizzare il proprio lavoro, in questo caso negativo, e per questo la ricerca ha puntato la via giusta, analizzando proprio questo “interruttore” dannoso. L’ipotesi è che se si prendesse di mira ERK3, invece della massa tumorale, si bloccherebbe del tutto la sua crescita e dunque la sua espansione in corpo.

Potrebbe essere la soluzione contro tutti i tumori

Negli studi condotti finora sui topi, si è visto che eliminando dal loro corpo la proteina ERK3 i carcinomi di vario genere si fermavano ed erano più facilmente attaccabili dai farmaci e dalle terapie, o asportabili chirurgicamente. L’assenza di ERK3 provoca uno stato infiammatorio “benefico” perché va a disturbare il tumore che non riesce più ad avere campo libero in corpo, e per questo si ferma o si autodistrugge. Potrebbe essere la soluzione ideale per moltissimi tipi di carcinoma, forse anche per tutti. Un interruttore comune che quando viene attaccato e spento blocca la malattia, sia essa al seno, al polmone, al cervello eccetera!  Bisogna però capire anche se questa azione abbia conseguenze negative sul sistema immunitario una volta sconfitto il tumore … in fondo si impedisce ai macrofagi di fare un lavoro che, di norma, è utile al corpo. Ulteriori studi vaglieranno anche questo orizzonte.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico