Home » Benessere » Tre bambini tra le onde per vincere la leucemia

Tre bambini tra le onde per vincere la leucemia

Lui ha un nome importante, Abdallah, il servo di Allah … ma Dio gli ha scaricato sulle spalle la peggiore delle prove. A soli 14 anni, un tumore del sangue, una leucemia, lo sta consumando lentamente. E nella Libia della guerra civile e del crimine costante, non ci sono soldi né mezzi per curarsi … nonostante oggi molti tipi di leucemie siano per lo meno “controllabili” e non più mortali. Unica soluzione: partire per l’Europa. Unico modo per farlo senza finire nelle mani degli aguzzini: da soli.

Salvati da una ONG spagnola

Così comincia l’avventura da film di questi tre giovani libici, che con un gommone “fai-da-te” e appena 200 litri di carburante a bordo sono partiti in una delle notti (per loro fortuna) più calde del Mediterraneo sfidando le onde gonfiate dallo Scirocco verso la Sicilia. Li ha recuperati prima che il mare li capovolgesse una nave della ONG spagnola “Proactiva”. E una volta scoperta la storia incredibile dei giovani fratelli hanno mandato sul web un messaggio che dice:  “Notte felice nel Mediterraneo: tre fratelli con un sacco di amore e 200 litri di benzina si sono messi in mare per avere la possibilità di dare al fratello che ha la leucemia, la speranza di raggiungere un ospedale europeo. Veri eroi”.

Tante famiglie in fuga per curarsi

Non è la prima volta che la forza della disperazione spinge intere famiglie a rischiare la vita in mare per raggiungere almeno un ospedale decente in cui curarsi. Era successo un anno fa, in uno dei più drammatici naufragi di migranti siriani: morirono annegate diverse persone tra cui una ragazzina di 12 anni malata di tumore. Anche in quel caso, la famiglia (benestante, prima della guerra civile) non esitò a mettersi in mare tutta insieme, padre, madre e tre figlie femmine con lo scopo di accompagnare la piccola a curarsi in Europa. Purtroppo, alla fine, arrivarono sani e salvi solo i familiari … la bimba annegò a metà del viaggio.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Trapianti e donazioni: ecco il quadro italiano

Trapianti di organi e donazioni (di organi, tessuti e sangue)… come siamo messi in Italia ...

Condividi con un amico