Home » Benessere » Vaccini obbligatori: è stata una vittoria

Vaccini obbligatori: è stata una vittoria

Se quest’anno i vostri bambini non soffriranno le pene dell’inferno per il morbillo, non rischieranno la loro fertilità per colpa della rosolia, non si tormenteranno la pelle con il bruciore della varicella forse dovrete ringraziare le migliaia di mamme e papà saggi e civili che hanno fatti vaccinare i propri figli contro tutte queste malattie. E forse, se siete tra questi, dovrete ringraziare voi stessi per aver messo la vita di vostro figlio davanti a ogni altra cosa. L’Istituro Superiore della Sanità esulta per il 95% della copertura vaccinale raggiunta nel 2017 e spera di ripetersi anche quest’anno, se non di superarsi.

Un obbligo che ha dato i suoi frutti

Purtroppo ci è voluto il pugno di ferro, l’obbligo, la costrizione per convincere i genitori ad ascoltare la voce della scienza e non quella dei cento ciarlatani che sul web diffondono false notizie sui danni dei vaccini. I vaccini non hanno mai causato danni da che esistono. In alcuni soggetti (uno su un milione!) causano reazioni allergiche che possono portare con sé conseguenze pesanti, ma è un rischio minimo e raro in confronto all’enorme beneficio che ne ricava chi si protegge. Nei giorni scorsi è scaduto il termine per mettersi in regola con le vaccinazioni, pena l’esclusione dei bambini dalla scuola e milte altissime. Una “punizione” costruttiva che vuole invitare la gente a informarsi, a uscire dal medioevo.

Le scuole segnalino i non vaccinati

Per l’ultima parte del piano vaccinazioni, adesso, occorre l’aiuto dei presidi e degli insegnanti. Sembra brutto da dire ma… devono “fare la spia”. Devono segnalare i bambini privi di copertura vaccinale in modo che l’ISS possa intervenire con le sanzioni. Soltanto quando tutti i bambini saranno al sicuro dalle malattie potremo rilassarci anche noi adulti. Ricordiamo che se il morbillo, la varicella, la rosolia, la parotite provocano danni nei corpi giovani dei nostri bimbi, negli adulti a volte hanno conseguenze devastanti. Ammalarsi, o morire, perché nostro figlio non è stato vaccinato è qualcosa di mostruoso … nei confronti suoi e nostri. E nei confronti di tutta la società civile dentro la quale viviamo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Il costo pesante di chi non si cura

Quando ignoriamo un malanno, ci curiamo tardi o rifiutiamo di curarci spesso crediamo di risparmiare ...

Condividi con un amico