Home » Benessere » E se fosse il clima a far male al cuore?

E se fosse il clima a far male al cuore?

Eventi come quelli della morte del giovane calciatore Astori … o come quei giovani che crollano all’improvviso fulminati da un arresto cardiaco mentre giocano, studiano, fanno colazione … sembrano in aumento, e non solo in Italia. E non sempre si possono liquidare con la generica frase “anomalia cardiaca”. Tutti questi malati congeniti di cuore suonano quantomeno strani, quindi forse le cause sono da ricercare in altro. Lo stress che viene sottovalutato spesso nei giovani? Certo. Oppure il clima.

Il clima e il cuore

Proprio così, i cambiamenti climatici repentini di questi anni stanno danneggiando la salute cardiaca umana un po’ ovunque. Uno studio condotto nel Michigan (USA) si può riadattare tranquillamente anche alla nostra Europa, colpita prima dal caldo Scirocco tunisino e subito dopo dal gelo di Burian! Secondo questa ricerca, infatti, i cambiamenti climatici improvvisi … sommati ad altri fattori esterni… possono causare attacchi e arresti cardiaci improvvisi. Si è cominciato studiando l’aumento inspiegabile di interventi di angioplastica tra il 2010 e il 2016 e associandoli a condizioni climatiche dei luoghi in cui ciò avveniva.

Cambiamenti climatici e stress

Si è visto che per ogni sbalzo di temperatura, da caldo a freddo a caldo di nuovo, il rischio cardiaco aumentava un po’ in tutti i soggetti. La regola non è così generalizzante da mettere in ansia tutta la popolazione, al momento è solo una teoria ma è vero che l’uomo si è sempre dovuto adattare e riadattare ai cambiamenti climatici del pianeta e solo i più forti riescono a resistere. Forse queste crisi cardiache sono parte della “selezione naturale” della razza umana di fronte allo stravolgimento del clima moderno. Le stagioni calde che invece sono gelide, il ritorno del caldo nel pieno dell’inverno, tutto questo stravolge il nostro ritmo biologico e si somma ad altri fattori: stress, fatica, cattiva alimentazione, vizi come alcol o fumo determinando una possibilità maggiore che il cuore si fermi. Di colpo e senza spiegazione. Per evitare che il rischio aumenti possiamo iniziare vivendo e mangiando meglio, dato che al clima non possiamo porre rimedio.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Quando il peperoncino vi manda all’ospedale …

I calabresi, esperti in materia, magari saranno anche immuni ma non bisogna mai sfidare il ...

Condividi con un amico