Home » Benessere » Cancro al sud: non per forza per curarsi bisogna emigrare

Cancro al sud: non per forza per curarsi bisogna emigrare

Sta facendo discutere in questi giorni la lettera disperata di una giovane calabrese, Alice Mafrica, che dalla pagina Facebook annuncia al mondo la propria lotta contro il cancro e la propria rabbia perché per curarsi “noi terroni siamo ancora costretti ad andare al nord”. Forse Alice non sa, o forse nessun medico del suo paese le ha detto, che anche nel meridione abbiamo dei medici di eccellenza e dei centri che curano benissimo il tumore, con attenzione estrema per il paziente.

Centri di eccellenza da Catania a Palermo

Non è vero che i meridionali sono ancora obbligati a curarsi al nord, o peggio all’estero. Basta guardarsi intorno e concedere fiducia ai medici del sud che, al contrario di quanto si pensi, sono davvero in gamba e lavorano bene se non gli si mette troppa pressione addosso. A Catania, ad esempio, esiste il centro Humanitas per la cura dei tumori, un distaccamento della Humanitas di Milano, molto efficiente e molto a portata di mano. I casi di successo nelle cure, da questa struttura ai piedi dell’Etna, sono tantissimi e l’attenzione verso il paziente viene prima di tutto. A Palermo, l’Ospedale Civico è tra i numeri uno di tutto il sud per la cura oncologica e lo stesso si dice dell’ospedale di Taormina.

Una palermitana ricerca la cura

Ed è merito di una ricercatrice palermitana, Matilde Todaro, e del lavoro congiunto dell’Università di Palermo e di quella di Trento se si è arrivati a una nuova scoperta nella lotta contro il cancro al seno. Da questi studi “terroni” infatti hanno riprodotto in laboratorio il primissimo processo di infiammazione cellulare che poi scatena il tumore al seno. Si è insomma scoperta la scintilla scatenante che adesso verrà analizzata, in ricerca, per indirizzare le cure sulla via migliore e più rapida per guarirlo. Insomma, date fiducia al sud perché il sud custodisce eccellenze … sì, anche nella cura contro il cancro!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico