Home » Benessere » Ecco l’Atlante del Cancro, per conoscere i più diffusi

Ecco l’Atlante del Cancro, per conoscere i più diffusi

Oggi si sa molto di più sul cancro, rispetto anche a 70 anni fa. Un tempo era soltanto “un male incurabile”, da tenere nascosto anche al paziente, e le cause erano quasi sconosciute. Oggi sappiamo che non esistono mali “incurabili” e che il cancro, se trattato come si deve, guarisce. Oggi i pazienti vengono informati perché partecipano attivamente alla lotta per la guarigione. E sappiamo sempre di più sulle cause (genetiche, ambientali, alimentari) del cancro.

L’atlante del cancro

La ricerca comunque non si ferma mai. E ha da poco prodotto l’ ATLANTE DEL CANCRO, un vero e proprio manuale ricavato da uno studio gigantesco su oltre 10.000 pazienti che aveva già identificato 33 tipi di tumore più comuni e diffusi e, tra questi, addirittura se ne sono selezionati 23 che hanno impensabili legami comuni e dunque andrebbero trattati con terapie simili. Capire sempre di più su come funzionano e come si generano queste malattie permette di personalizzare in modo dettagliato le cure, evitando quei bombardamenti alla cieca di chemio che spesso uccidevano più del tumore stesso.

Cure sempre più personalizzate

In 12 anni di lavoro, questo studio ha evidenziato come, ad esempio, non tutte le malattie simili tra loro -o legate tra loro- vogliono trattamenti perfettamente identici. Alcuni farmaci approvati per certi tumori possono rivelarsi utili anche per altri tipi di cancro, in apparenza diversissimi! Scopriamo come mai alcuni malati resistono a cure che invece hanno guarito altri con la stessa malattia, e così via. L’atlante, che in inglese si chiama Pan Cancer Atlas, vuole essere un enorme lago in cui pescare la soluzione migliore e più oculata per evitare al paziente non soltanto i danni da cancro ma anche quelli da terapie sbagliate. Il futuro è sempre più nelle cure individuali e la strada intrapresa è quella più giusta.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico