Home » Benessere » Scoperto l’antenato dei tumori ossei

Scoperto l’antenato dei tumori ossei

Un osteoblastoma, un tumore delle ossa, scoperto per caso su uno scheletro vecchio mille anni è stato portato alla luce delle cronache da ricercatori dell’Università di Pisa. Una scoperta non eccezionale -si sa che i tumori esistono da sempre- ma di sicuro emozionante perché è forse la prima volta che si trova una malattia simile in un reperto tanto antico.

Tumore raro scoperto in un posto raro

Riesumando, per altri motivi, una tomba medievale del secolo X nel paesino di Pava (Siena) è venuto allo scoperto uno scheletro di un uomo di giovane età (non doveva avere più di 30 anni) che presentava sulla parte frontale del cranio una spaccatura post mortem che altro non può essere se non il segno di una malattia. Esistono infatti differenze ed evidenze assodate, ormai, tra i colpi mortali inferti dall’esterno e le fratture dovute a malattie ossee o osteoporosi e quella dello scheletro di Pava era davvero speciale. Studi approfonditi hanno permesso di rivelare che nei tessuti del cranio, proprio intorno alla spaccatura, resistevano tracce di cellule tumorali. Raro il tipo di tumore (l’osteoblastoma è benigno ma si manifesta di rado e quasi solo tra i maschi), raro il posto (di norma lo vediamo nelle ossa lunghe, o nella colonna), raro anche il periodo. E’ vero che questa malattia è “l’antenata” di tutti i tumori ossei, anche maligni, ma non si credeva di trovarne tracce così evidenti in reperti di mille anni fa. Lo scheletro di Pava è il primo caso documentato, almeno nella storia italiana e forse in quella del mondo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico