Home » Benessere » Ecco perché a volte nessuna dieta funziona

Ecco perché a volte nessuna dieta funziona

Non c’è niente da fare…. sacrifici, rinunce, depressione e disperazione ma alla fine la bilancia non si sposta di un millimetro. Non è sempre colpa nostra, cioè non siamo noi che digiuniamo di giorno e ci rimpinziamo di notte. A volte è davvero il corpo che non recepisce le diete nel modo giusto, perché anche queste vanno personalizzate. Lo sanno i dietologi e lo sanno i medici, ma a volte ci si ferma alle caratteristiche fisiche e non si pensa che a vanificare la dieta possono essere anche delle patologie.

Una dieta “sperimentale”

Ci ha pensato invece la nutrizionista americana Haylie Pomroy, autrice del libro “La Dieta Turbo” (Sperling&Kupfer) elaborando una teoria che però è attualmente in fase di studio e non è per niente garantita. Potrebbero essere giuste, però, alcune sue osservazioni legate alle reazioni del corpo a determinati cibi, in base a problemi e patologie di cui soffriamo. Ad esempio, le persone che soffrono di problemi infiammatori cronici (come la cellulite!) dovrebbero mangiare più mirtilli, frutti rossi in generale, funghi e abbondare con pepe di cayenna, evitando altri alimenti che invece magari fanno bene ad altre persone.

Infiammazioni, sbalzi di umore, digestione…

Se ci sono problemi di digestione che quindi ci impediscono di assimilare bene i cibi e lasciano i grassi ad accumularsi ovunque, l’aiuto viene da lenticchie, zenzero, cavoli rossi e finocchi. Molte volte le diete non funzionano perché la persona soffre di fame nervosa, dovuta a sbalzi umorali. Gli sbalzi di umore sono causati da problemi ormonali, dovuti all’età o alla gravidanza o a qualcosa di congenito … e in questi casi una dieta dovrebbe contenere cavolfiore, carciofi, barbabietole ma anche pompelmi, uova e alcuni tipi di funghi (come lo shiitake). La combinazione di più fattori … tendenza naturale all’obesità, difficoltà a seguire la dieta, insieme  a una o più delle problematiche sopra elencate è la nuova linea direttiva che devono seguire i professionisti del settore nell’identificare i pazienti e i loro bisogni.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ecco alcuni consigli per usare bene la Curcuma

Anti infiammatoria, anti tumorale, protettiva del sistema immunitario … buona. Ecco molti dei vantaggi e ...

Condividi con un amico