Home » Benessere » Borotalco: potrebbe causare malattie. Condannato il produttore

Borotalco: potrebbe causare malattie. Condannato il produttore

Profumato, naturale, bello da vedere… ci rotoliamo dentro i neonati … ce lo spargiamo addosso dopo la doccia. Cosa c’è di meglio del borotalco? Il primo, e più famoso, fu ideato dalla Johnson&Johnson nel secondo dopoguerra ma oggi proprio questa azienda è nei guai, per la seconda volta, a causa di una grave accusa mossa da un uomo americano.

Potrebbe causare mesotelioma

L’uomo, che oggi ha 46 anni, ha avuto diagnosticato alcuni anni fa il mesotelioma, un tumore che colpisce la patina di rivestimento di alcuni organi come i polmoni, e che di solito viene alle persone che lavorano in miniera o esposti all’amianto per anni. Non era il caso però del paziente in questione, che non aveva mai avuto a che fare con polveri strane ma usava volentieri il borotalco ogni giorno. Dato che il talco è una sostanza che viene estratta in zone dove si estrae anche l’amianto, è possibile che avvenga una contaminazione durante la lavorazione delle polvere bianca. O per lo meno così ha riconosciuto il tribunale che ha condannato Johnson & Johnson e il suo fornitore Imerys Talc a pagare 80 milioni di dollari in aggiunta al primo risarcimento di 30 milioni di dollari già riconosciuto alla vittima. Johnson&Johnson è stata al centro di un’accusa simile alcuni anni fa, quando una donna puntò l’indice contro il loro borotalco per spiegare il suo tumore alle ovaie che non derivava da alcun fattore genetico o patologico e secondo lei poteva essere dovuto solo alla sua abitudine di usare il borotalco nelle parti intime dopo il bidé. Anche allora l’azienda dovette pagare. Johnson&Johnson dovrà adesso correre ai ripari e non soltanto in appello, come ha già deciso di fare. Bisogna controllare i fornitori e dove lavorano il borotalco che rimane uno dei prodotti più venduti del mondo, ma a questo punto esige anche qualche garanzia di sicurezza in più.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Dalle cellule un aiuto contro la calvizie

La calvizie è un problema principalmente maschile, sicuramente, ma che riguarda anche molte donne, soprattutto ...

Condividi con un amico