Home » Benessere » Dalle cellule un aiuto contro la calvizie

Dalle cellule un aiuto contro la calvizie

La calvizie è un problema principalmente maschile, sicuramente, ma che riguarda anche molte donne, soprattutto negli ultimi tempi con l’aumentare dello stress quotidiano. Si diventa calvi prima per motivi genetici, ereditari, in secondo luogo per colpa di malattie, allergie, chemioterapie o anche soltanto per un forte stress che indebolisce il capello.

Uno studio anglo-italiano sulle cellule

A volte non si diventa del tutto calvi, ma si perdono capelli “a ciuffi” il che però è anche peggio, dato che ci fa sembrare dei gattini spelacchiati. E la ricerca combatte da tempo per cercare una cura che possa risolvere il problema, per lo meno quello genetico. Da qualche mese una interessante novità è emersa da uno studio congiunto tra la Università di Manchester e l’Istituto di Tecnologia di Genova, in cui i ricercatori avrebbero individuato un meccanismo normalissimo del corpo come possibile cura. Parliamo della AUTOFAGIA, una sorta di mini-cannibalismo che praticano le cellule su se stesse. Mangiano le parti eccessive o tossiche ripulendosi da sole.

Potrebbero ricrescere i capelli

Se si replica tale meccanismo in laboratorio, e se ne accelera artificialmente il processo, si potrebbe arrivare a una ricrescita del capello laddove sembrava sparito per sempre. Pare infatti che con questo meccanismo le cellule si rinforzino e si mantengano giovani, per cui applicato alle cellule che governano la crescita o la caduta dei capelli si potrebbero rivoluzionare tante cose. Immaginate che sollievo per quel 70% di uomini (e un buon 40% di donne) che sa già, per motivi familiari o altri, che la calvizie è alle porte. Se gli studi anglo-italiani riusciranno a confermare con test pratici che la teoria è giusta, in tanti ritroverebbero quella speranza che sembra banale ma influisce molto sulla sicurezza in se stessi e su una vita “normale”.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Borotalco: potrebbe causare malattie. Condannato il produttore

Profumato, naturale, bello da vedere… ci rotoliamo dentro i neonati … ce lo spargiamo addosso ...

Condividi con un amico