Home » Benessere » Trapianti e donazioni: ecco il quadro italiano

Trapianti e donazioni: ecco il quadro italiano

Trapianti di organi e donazioni (di organi, tessuti e sangue)… come siamo messi in Italia al giorno d’oggi? Abbastanza bene, se si pensa che fino al 2000 eravamo fanalino di coda in tutta Europa e oggi siamo forse tra i primi. La nazione ha abbracciato la cultura generosa della donazione degli organi ma non solo, anche le donazioni di midollo, di tessuti e di sangue crescono, sebbene non a ritmi vertiginosi.

Palermo al top insieme alla Toscana e al Veneto

Se lo ISMETT di Palermo è una eccellenza primaria nel campo dei trapianti di organi, per quanto riguarda il numero di consenso alle donazioni la Sicilia non è tra le prime. Batte tutti la generosa Toscana, seguita dalla Lombardia al secondo posto e al Veneto che si piazza terzo. E tra i centri veneti, spicca Padova (369 trapianti l’anno), poi Verona (206) e Treviso (60). La maggior parte di questi trapianti avvengono da persone in morte cerebrale a donatore vivente, ma aumentano i trapianti anche tra viventi. Quanto a efficienza, il Veneto forse è il migliore … migliore anche della Toscana stessa. Diverso il discorso per le donazioni di sangue.

Donazioni di sangue: bene il sud

E’ sempre difficile trovare donatori, soprattutto ora che arriva l’estate, ma in questo frangente il Sud recupera terreno sul Nord. Molto generosa la Campania, anche la Sicilia e la Sardegna, sebbene i numeri non siano eccezionali. E ancora una volta Lombardia e Veneto si fanno notare, insieme alla Toscana e al Lazio, per la donazione di sangue. Rimane però un campo da incentivare, questo, perché nonostante sia la donazione meno dolorosa e complessa tra tutte rimane avvolta da un’aura di superstizione e paura che stenta a sparire. Saranno le nuove generazioni a cambiare le cose?

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ecco il cerotto che manda in pensione gli aghi dei diabetici

Quel fastidiosissimo ago che punge il dito …. prima di ogni pasto… per tutta la ...

Condividi con un amico