Home » Benessere » In aumento le misteriose “ulcere della carne”

In aumento le misteriose “ulcere della carne”

In Australia è quasi allarme globale, con un aumento del 400% di diagnosi per l’Ulcera di Buruli. Questa strana e misteriosa malattia della pelle si presenta inizialmente in modo innocuo, piccoli noduli sottopelle che non fanno nemmeno male. Poi di colpo si infiammano e cominciano letteralmente a “mangiare” la carne intorno, ulcerandosi.

Colpa di un batterio

In realtà qualcosa sappiamo. La malattia è portata da un batterio,  Mycobacterium Ulcerans , che si annida sottopelle e libera delle tossine che cominciano a bruciare il grasso e i piccoli vasi  scatenando -a quel punto sì- bruciori e dolori. Una volta iniziata l’infezione si estende e le ulcere possono ingrandirsi e diventare un pericolo anche per la vita. Non ci sono state vittime, finora, dunque la malattia comunque si cura … ma il problema è che non si sa come e perché si trasmetta con tanta rapidità. Chi l’ha avuta ne porta i segni visibili addosso, cicatrici visibili ma anche deformazioni delle articolazioni perché in una sua versione più grave la malattia colpisce anche le ossa.

Trasmesso da zanzare e animali?

Si evidenzia una sua diffusione più rapida nelle zone umide, e si guarisce con pesanti bombardamenti di antibiotici. Una ipotesi in studio al momento è che siano le zanzare a trasportare i batteri, da cui la rapida diffusione e in particolare negli ambienti vicini all’acqua. Ma in Australia si sospetta che siano altri animali a portarla in giro, come cavalli, cani, koala, opossum e gli alpaca, una sorta di incrocio tra cammello e pecora, la cui lana pregiata in questo Paese è un gran business. Gli studi continuano ma la situazione impensierisce anche i medici europei. Infatti le zone più colpite in Australia sono quelle meridionali, il cui clima somiglia molto più a quello europeo che a quello di Sydney o Brisbane.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico