Home » Casa » Le famiglie italiane nelle sei grandi città e la sicurezza in casa

Le famiglie italiane nelle sei grandi città e la sicurezza in casa

Il tema della sicurezza nelle nostre case è di grande attualità, come denuncia anche la cronaca quotidiana, e le famiglie italiane ormai da anni corrono ai ripari per proteggersi tra le mura domestiche.

Per questo motivo, in occasione dell’Indagine Tecnoborsa 2009 sulle sei grandi città (Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo e Genova), si è pensato di approfondire un aspetto così privato e delicato, tuttavia fondamentale (bisogna dire che, nel corso della rilevazione, ci sono state delle resistenze da parte di quegli intervistati che hanno recepito le domande come intromissioni nel proprio privato e si sono rifiutati di rispondere – anche per pseudo-motivi di sicurezza, cioè per non svelare alcuni segreti di casa). Due sono i temi specifici affrontati: il rischio di intrusioni dall’esterno – che vanno dal furto semplice o con scasso fino alla rapina violenta – e gli innumerevoli incidenti domestici che potrebbero verificarsi in casa per incuria degli impianti, distrazione o tragica fatalità. Questi ultimi, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono la prima causa di morte per i bambini dei paesi sviluppati e in Italia ogni anno si verificano circa 4.500.000 casi dichiarati. Invece, per quanto riguarda i furti nel 2007 (dati offerti dal Ministero dell’Interno), stando alle statistiche più recenti diffuse dal Ministero dell’Interno, la media nazionale è stata di quasi 280 furti in appartamento per 100mila abitanti: tra le città più colpite, le grandi metropoli come Milano, Roma e Torino.

Fonte: Tecnoborsa

admin

x

Guarda anche

In Liguria e Trentino si costruisce col crowdfunding

Sapete cosa vuol dire “crowdfunding”? Letteralmente, “fondi dalla folla”, ovvero raccolta fondi. Nella smania esterofila ...

Condividi con un amico