Home » Casa » L'Aquila: inaugura la nuova Casa dello Studente, dono di Regione Lombardia

L'Aquila: inaugura la nuova Casa dello Studente, dono di Regione Lombardia

Sarà inaugurata il 4 novembre a L’Aquila, alle 11.30, la nuova Casa dello Studente, dono di Regione Lombardia all’Abruzzo colpito dal terremoto del 6 aprile. Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, consegnerà le chiavi della Residenza Universitaria da 120 posti,realizzata nel tempo record di 100 giorni, al collega presidente Gianni Chiodi, alla presenza delle autorità politiche nazionali e locali. Si tratta della prima grande opera di interesse pubblico ricostruita dopo il sisma.

La residenza universitaria sorge nella zona ovest di L’Aquila, su un terreno messo a disposizione dalla Diocesi. E’ pronta ad ospitare 120 studenti. L’intervento insiste su un lotto di 13.000 mq nelle immediate vicinanze del polo universitario di Coppito e del centro sportivo universitario di Centi Coltella, oltre che dell’Ospedale Civile regionale.
Regione Lombardia ha deciso di finanziare questo intervento con 6,3 milioni, incaricando la società controllata Infrastrutture Lombarde spa di provvedere alla realizzazione.
Per la sua realizzazione il presidente Roberto Formigoni ha sottoscritto lo scorso 16 giugno a L’Aquila l’accordo operativo con il Governo e le autorità locali.
Per sostenere le iniziative della ricostruzione in Abruzzo, è stata offerta a istituzioni, imprese, e singoli cittadini, la possibilità di acquistare al prezzo minimo di 20.000 euro una cartella (prodotta in 100 copie) con 4 opere di artisti di fama internazionale che hanno accolto l’invito del presidente Formigoni: 3 serigrafie di Mimmo Paladino, Giovanni Frangi e Ugo Riva e uno sbalzo su lamina di rame di Arnaldo Pomodoro.

E’ stato realizzato il documentario “Noi ci siamo” sul lavoro dei volontari lombardi in Abruzzo, girato su incarico del presidente di Regione Lombardia dal regista Renzo Martinelli.

Regione Lombardia, su richiesta del Comune di L’Aquila, ha acquistato (con 700.000 euro) e fornito le strutture prefabbricate per una scuola primaria temporanea.
Composta da tre “moduli” ognuno dei quali contiene 3 aule da 48 mq ciascuna e un’aula polifunzionale da 72 mq, oltre ai servizi igienici.
Lo scorso 27 agosto, il presidente Formigoni ha inaugurato una struttura in cui è ospitata la scuola primaria di Paganica, frazione de L’Aquila. La struttura di 565 mq, donata e realizzata dalla società Autostrade Centropadane, ospita 120 alunni della scuola primaria.

Regione Lombardia si è mobilitata subito inviando uomini della Protezione civile, oltre 2.000 volontari che hanno allestito 4 campi base (Monticchio 1, Monticchio 2, Bazzano e Paganica 5) attrezzati di tutti i servizi necessari, che hanno ospitato oltre 1.500 sfollati e 250 tecnici che hanno effettuato altre 6.000 verifiche di agibilità degli edifici lesionati.

Altre iniziative attivate da Regione Lombardia riguardano i settori agricoltura, casa, famiglia, patrimonio artistico e università.

AGRICOLTURA – grazie a circa 60 imprese del settore, due della grande distribuzione e tre della logistica e al coordinamento messo in campo dai volontari della Protezione civile e dall’assessorato regionale all’Agricoltura, sono stati forniti prodotti agroalimentari per un valore di 500.000 euro.

CASA – L’accoglienza di Regione Lombardia si è concretizzata mettendo a disposizione quattro alloggi di proprietà dell’Aler di Monza e Brianza nel Comune di Lazzate. Regione Lombardia e Aler sostengono, ciascuna per il 50% gli oneri del primo anno di locazione.

FAMIGLIA E SOLIDARIETÀ SOCIALE – Le Rsa lombarde cioè le residenze sanitarie assistenziali hanno ospitato gratuitamente sei anziani provenienti dalle zone terremotate.

PATRIMONIO ARTISTICO – Il 28 giugno scorso Regione Lombardia ha stipulato con il vice commissario per il patrimonio culturale un accordo per il “Piano operativo dettagliato della tracciatura dei beni artistici in movimentazione”.

UNIVERSITÀ – Regione Lombardia ha stipulato con il Polo regionale di Mantova del Politecnico di Milano, un accordo operativo per realizzare laboratori interdisciplinari di ricerca, sperimentazione e formazione sul processo di ricostruzione post-terremoto nei territori colpiti. L’azione, oltre a contribuire alla formazione di studenti e laureati particolarmente qualificati, punta a ridare identità e a valorizzare, in condizioni di sicurezza abitativa, gli antichi nuclei urbani colpiti dal sisma.

Fonte: regioni.it

admin

x

Guarda anche

In Liguria e Trentino si costruisce col crowdfunding

Sapete cosa vuol dire “crowdfunding”? Letteralmente, “fondi dalla folla”, ovvero raccolta fondi. Nella smania esterofila ...

Condividi con un amico