Home » Casa » Conviene fare il mutuo o restare in affitto? ecco le eccezioni.

Conviene fare il mutuo o restare in affitto? ecco le eccezioni.

Secondo alcune ricerche abbiamo riscontrato che è possibile vivere al di sopra delle proprie reali possibilità senza per questo indebitarsi.

Analizzando alcuni siti web immobiliari come www.tuttocasacitta.com sono stati trovati immobili di grande valore se si intende acquistarli, mentre in affitto rimane una rata minima che in tanti anni non raggiungerà mai il valore della vendita.

Secondo alcuni luoghi comuni come dire che: “affittare casa è come buttare via i soldi e con i soldi dell’affitto faccio un mutuo” in questo caso il detto non vale.

Se vogliamo una casa lussuosa, dimore che si collocano in posti unici le quali sono state da una vita il nostro sogno,e non basterebbe una vita per acquistarli, ma divengono
improvvisamente accessibili se ci si accontenta di prenderli in affitto.

Per realizzare questo bisognerebbe comparare gli immobili in affitto con quelli in vendita e valutare in funzione del canone mensile gli anni necessari per pareggiare la cifra richiesta dal proprietario per lo stesso immobile in vendita; il risultato è una lista scelta di case il cui canone d’affitto risulta particolarmente conveniente se relazionato al prezzo di vendita.

Così, solo per fare un esempio, in provincia di roma una elegante villa indipendente viene
proposta in affitto per 1.500 euro/mese, un canone tutto sommato normale per una casa su tre livelli, mentre acquistarla costerebbe 2.250.000 euro, l’equivalente di 125 anni di affitto.

Ovviamente però si tratta di alcune eccezioni in quanto mediamente oltre 2.000 immobili allo stesso tempo in vendita e in affitto sul portale risulta che il prezzo d’acquisto di una casa equivale in italia a circa 17 anni di affitto, si può facilmente intuire che questi immobili di cui stiamo parlando sono solamente un’eccezione.

admin

Condividi con un amico