Home » Casa » 2013: l'anno dell'affitto?

2013: l'anno dell'affitto?

Un’interessante indagine di Idealista.it ha reso noto come i prezzi delle case in Italia siano letteralmente crollati rispetto all’anno scorso. Analizzando e confrontando i dati tra dicembre 2011 e dicembre 2012, infatti, si viene a scoprire che i ribassi riguardano negli ultimi 3 mesi del 2012 circa il 70% delle città capoluogo analizzate, tra cui spiccano Padova, Bari e Roma.

Alla luce di questi dati, Vincenzo De Tommaso, di Idealista.it, ha spiegato che “è stato un anno difficile per chi ha cercato di vendere casa, come testimonia la brusca frenata delle compravendite che ha prodotto la prima decisa contrazione dei prezzi degli immobili”. Un altro dato rilevante è quello dei mutui, che “resta un nodo difficilmente districabile a breve termine, e se il meccanismo si inceppa sullo scoglio del rapporto rata/reddito, ciò significa che i redditi sono troppo bassi e che i prezzi di mercato sono ancora troppo disallineati”.

Le previsioni, dati i nuovi aumenti e a causa soprattutto dell’Imu, parlano di una spinta decisiva a vendere gli immobili nel 2013, ma con un margine di trattativa decisamente ampio rispetto agli anni precedenti, al punto che “per chi ha dei risparmi e potrà accedere al credito, potrebbe essere l’anno giusto per acquistare a prezzi vantaggiosi”. Prezzi vantaggiosi che potrebbero anche ricadere sugli affitti, visto che il 2013 potrebbe essere anche “l’anno dell’affitto”. Con la crisi in atto, infatti, i potenziali compratori dovranno attendere un periodo più positivo dal punto di vista economico e i potenziali venditori, che avranno più fretta di cedere il proprio immobile, necessiteranno di entrate economiche, anche immediate.

Basterà aspettare qualche mese per vedere se tali previsioni si concretizzeranno in realtà. Sarà sufficiente dare un’occhiata ai prezzi delle case (sia in vendita, sia in affitto) per accorgersi che anche il 2013 sarà, sotto questo aspetto, un anno delicato.

admin

x

Guarda anche

Inghilterra fuori dall'Unione e mercato immobiliare in crisi

Alla fine ha vinto il LEAVE (andarsene) e così la Gran Bretagna, con enorme riluttanza ...

Condividi con un amico