Home » Casa » Piemonte e Lombardia: tentativi per sanare la crisi immobiliare

Piemonte e Lombardia: tentativi per sanare la crisi immobiliare

La crisi immobiliare che va di pari passo con quella economica di questi anni rischia di paralizzare le grandi città e non solo per colpa della mancanza di denaro ma anche per le nuove tasse che scoraggiano. E se continua l’incertezza sull’IMU, e sulle proroghe che dovrebbero esserci e non sempre ci sono, si parla anche di TARES. In Piemonte e Lombardia si tenta di correre ai ripari in modo da allentare per lo meno la tensione sul problema case.

A Torino il comune ha istituito un tavolo tecnico sulla TARES. L’organismo avrà il compito di verificare -per l’anno che sta per entrare- i criteri e gli strumenti da adottare per calcolare il tributo e definire le relative tariffe, ma allo stesso tempo dovrà studiare nuove soluzioni per ridurre i costi della raccolta rifiuti mantenendo però gli standard qualitativi. In Lombardia, intanto, Milano e le altre provincie stanno studiando soluzioni per aiutare chi si trova in difficoltà con i pagamenti: si parla di un co-finanziamento di 8,6 milioni di euro (e più) per trovare nuove idee e nuovi modi di intervento per agevolare i cittadini residenti che non ce la fanno con l’affitto o che si trovano in stato di morosità per ragioni non dipendenti dalla loro volontà (ad esempio perchè hanno perso il lavoro). Intanto a livello generale, nel Nord ma un po’ in tutto il Paese, una piccola boccata d’aria al mercato immobiliare stagnante arriva grazie agli incentivi per restaurare le abitazioni e anche dalla riqualificazione energetica di case e condomini, che vengono apprezzate e usate dai cittadini, anche da quelli in difficoltà.

admin

x

Guarda anche

In Liguria e Trentino si costruisce col crowdfunding

Sapete cosa vuol dire “crowdfunding”? Letteralmente, “fondi dalla folla”, ovvero raccolta fondi. Nella smania esterofila ...

Condividi con un amico