Home » Casa » Israele, dalla "povera capanna" alle case superlusso di marca Armani

Israele, dalla "povera capanna" alle case superlusso di marca Armani

Avete festeggiato da poco il Natale e magari avete ancora in mente quella “povera capanna” israeliana dove nacque il bambinello. Ma Israele del XXI secolo è un’altra cosa e si concede anche eccessi superlusso, come il quartiere “White City” di Neve Tzedek, nella capitale Tel Aviv. E’ qui che Giorgio Armani ha posto la sua firma di valore sul progetto di alcuni appartamenti da sogno.

In totale sono 163 appartamenti, 14 residenze indipendenti e una torre detta “Pavilion”, con prezzi che lasciano senza fiato: 25.000 euro al metro per una residenza di 200mq, 15.000 euro al metro per gli appartamenti della torre e così via. Una vera isola di lusso che però non sembra conoscere crisi se è vero che sono già stati venduti 142 appartamenti. In Israele il mercato immobiliare di lusso non è una novità: va molto bene, soprattutto perchè ci sono solide garanzie bancarie nei confronti dell’acquirente. I clienti sono quasi tutti stranieri: tanti inglesi, svizzeri, olandesi, sud americani e perfino qualche italiano.
La moda non si ferma a un solo quartiere, e Tel Aviv si conferma sempre più paradiso turistico in grado di accontentare anche i clienti più esigenti. Le abitazioni di prestigio si stanno espandendo anche nella zona di Bezalel, anche se qui i prezzi sono appena meno cari. E non è escluso che in un prossimo futuro possa far concorrenza anche a un mostro sacro come Dubai.

admin

x

Guarda anche

In Liguria e Trentino si costruisce col crowdfunding

Sapete cosa vuol dire “crowdfunding”? Letteralmente, “fondi dalla folla”, ovvero raccolta fondi. Nella smania esterofila ...

Condividi con un amico