Home » Casa » Casa e rischio sismico: in Sicilia, 4 milioni di euro per la messa in sicurezza

Casa e rischio sismico: in Sicilia, 4 milioni di euro per la messa in sicurezza

Terremoti, non ci sono più scuse. Stanno per arrivare in Sicilia 4.700.000 euro stanziati per la messa in sicurezza degli edifici in una delle regioni considerate a più alto rischio sismico d’Italia. La Sicilia soltanto in questo anno 2013 che sta per concludersi ha registrato oltre 700 scosse di terremoto, non un record ma certamente una media alta che non stupisce affatto gli addetti ai lavori.

Da tempo geologie vulcanologi mettono in guardia contro un possibile ripetersi di un grande terremoto come quelli del 1693, del 1908 o del 1968. Nessuno può prevedere i terremoti, quindi nessuno osa dare scadenze o date ma tutti sono concordi: occorre mettere in sicurezza le case, soprattutto quelle antiche, in previsione dell’evento.

I fondi di cui parliamo sono di provenienza nazionale e devono essere usati per la ristrutturazione o per la riconversione di case pericolanti, antiche o vecchie e comunque di edifici costruiti prima del 1982, anno dell’entrata in vigore delle norme di costruzione antisismiche sull’Isola. Purtroppo non basteranno per tutti, anzi si calcola che potranno essere usati appena per 160 alloggi, ma è comunque un inizio che deve avere un seguito immediatamente. Nel frattempo, in merito all’arrivo di questi primi fondi, verrà aperto a Catania un ufficio in cui professionisti ingegneri e cittadini potranno incontrarsi e discutere dei cambiamenti, come farli, a chi rivolgere le domande e in quali tempi. L’importante è che i fondi vengano usati subito, e non facciano la fine di altri stanziati nel corso degli scorsi anni e ancora mai distribuiti per motivi di ritardi burocratici o tecnici.

admin

x

Guarda anche

Ristrutturare casa con i bonus 2018

Era tanto atteso e c’è anche quest’anno. Il bonus per la ristrutturazione della casa, targato ...

Condividi con un amico