Home » Casa » La casa, l'eredità preferita dagli italiani

La casa, l'eredità preferita dagli italiani

Se un tempo la priorità degli italiani era quella di risparmiare per comprare casa, oggi è quella di risparmiare per comprare casa ai figli. Oppure per comprarne più di una da usare come eredità, sempre per la prole. E’ la necessità del nuovo millennio dato che i giovani faticano a trovare un lavoro e una stabilità per costruirsi una vita in proprio, così ci pensano nonni e genitori.

Lo rivela una ricerca condotta dal Censis, secondo la quale nonostante la crisi edilizia degli ultimi anni, il mercato immobiliare italiano non ha mai perso davvero movimento grazie a questi genitori che cercano un nido per i figli. Al momento sarebbero almeno 11,3 milioni le famiglie italiane che stanno pensando a una eredità immobiliare da lasciare ai discendenti, mentre 2,3 milioni sono gli italiani che lasceranno ai figli soldi liquidi all’unico scopo di usarli per il mutuo. Un altro milione di italiani invece lasceranno loro una vecchia casa di vacanze, o una eredità venuta da qualche parente alla lontana.

Gli italiani continuano a pensare che la casa sia un investimento e che, anche se non possono lasciarne una per ogni figlio, dalla vendita o dall’affitto di quell’unico bene i giovani potranno avere ulteriore sostentamento. Certo, le tasse di successione e altri problemi burocratici imporrebbero donazioni in vita, invece che eredità post mortem, cosa che molti genitori stanno imparando a fare, sebbene rimanga ancora forte la convinzione che una casa è una sistemazione che deve sostituire l’aiuto economico (leggi: pensione) che gli adulti di casa forniscono ancora ai figli adulti… anche se sono sposati e vivono altrove.

admin

x

Guarda anche

In Liguria e Trentino si costruisce col crowdfunding

Sapete cosa vuol dire “crowdfunding”? Letteralmente, “fondi dalla folla”, ovvero raccolta fondi. Nella smania esterofila ...

Condividi con un amico