Home » Casa » Imitando la Scozia

Imitando la Scozia

Il tessuto che noi chiamiamo “scozzese” in realtà si chiama Tartan. Ma non si tratta solo di un tessuto, o di un disegno particolare. Il Tartan, in passato, contrassegnava ogni singola famiglia (o tribù) degli altipiani scozzesi: in base ai colori, al disegno, agli intrecci della tela si riconoscevano affini o nemici. E’ con il Tartan che si sono fabbricate per secoli le famose “gonne” dei guerrieri o i mantelli dei principi.

Col tempo, il Tartan è diventato solo tradizione, folklore, design. E’ passato dalla moda di abbigliamento a quella dell’arredamento e non era raro trovarlo sui plaid, sui cuscini e sui divani negli anni Settanta. Oggi, per quanto riguarda l’arredamento della casa, il Tartan sta tornando di moda alla grande. Lo si ritrova nelle fodere dei divani, nei cuscini, ma anche negli accessori (orologi, bacheche, testiere del letto) e perfino nelle carte da parati. La nuova moda della colorazione diversa delle pareti, che permette ad esempio di avere in una sola stanza due pareti rosse e due bianche, o addirittura tre colori diversi, aiuta l’inserimento dei disegni scozzesi molto meglio che in passato. Così potete trovare un salotto con tre pareti bianche e una di Tartan rosso, con disegni e colori che richiamano magari il divano, con lo stesso Tartan, ma sistemato di fronte. Il Tartan si trova anche nelle cornici di quadri, nelle tazze da tè, nelle tovaglie da pranzo. Addirittura nelle biciclette e nel garage!

admin

x

Guarda anche

“Micro case” è bello, ma ….

Le trasmissioni made in USA sono arrivate anche da noi a portare il mito delle ...

Condividi con un amico