Home » Casa » Lo stile sulla carta da parati

Lo stile sulla carta da parati

Ormai la moda è ovunque, anche in casa… letteralmente parlando. Non c’è accessorio o arredamento esente dalla trasformazione di design che nel Terzo Millennio sembra riguardare ogni oggetto della nostra vita e anche cose come tappezzerie, carte da parati, cuscini e tappeti sono nuovi protagonisti del gran cambiamento domestico. L’esempio massimo è un appartamento di Lione dove perfino i cuscini del divano portano grandi firme, come quella di Claude Cartier.

Lo stile viaggia sui muri

L’appartamento, 150 mq, di proprietà di una giovane e dinamica donna moderna ospita giochi di forme e colori che vanno dal blu scuro al grigio, dal nero al marrone al bianco, con accostamenti e idee che sono una vera sfida a colpi di originalità. La battaglia dello stile qui si è concentrata sui rivestimenti, più che su mobili e architettura. In ogni stanza della casa vengono mescolati, abilmente e non senza criterio, modelli di impatto ottico con forme geometriche e disegni che richiamano la foresta tropicale. L’arte decorativa qui agisce sulle carte da parati, le tende, i cuscini e i copricuscini, coperte e divani e tappeti!  Si torna, dopo decenni, a puntare su moquette e carte da parati per dare “un’atmosfera forte e calda agli interni” e l’abbellimento viene completato dalla scelta di pezzi di arredamento che richiamano i maestri del design. Infine, i contrasti cromatici di cui parlavamo. Anche l’incrocio di materiali in apparenza inaccostabili, come marmo e legno e plastica colorata rende gli interni di questa casa una nuova lezione di decorazione domestica per i giovani designers del futuro.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Il fascino del bianconero

Nell’anno in cui Pantone decreta che le nostre case saranno viola, indaco, porpora e ciclamino ...

Condividi con un amico