Home » Casa » Una casa “bazaar” al centro di Milano

Una casa “bazaar” al centro di Milano

Se vivete a Milano centro forse la vostra casa sarà il solito loft in cima a un palazzo del primo Novecento, forse sarà arredata con il tipico mix di contemporaneo e chic … o forse no. Magari se siete artisti e appassionati di viaggio amerete quel particolare “disordine” che deriva da un insieme di ricordi che diventano installazioni, prima che arredamento. Succede proprio questo all’architetto Marina Del Monaco che insieme al marito Carlo Firgeri Gilibert, fotografo e regista, ha riorganizzato il proprio appartamento come un vivacissimo e brillante “bazaar”.

Un disordine ordinato

L’appartamento è bellissimo, perché centrale ma provvisto di giardino, ed essendo da ristrutturare ha scatenato la creatività di entrambi. Gli spazi sono stati redistribuiti dando un nuovo ordine anche al disordine. Pur salvando la parte storica della casa, gli interni sono stati rivoluzionati con la ripulitura degli stucchi, il rinnovo delle porte, i nuovi colori che però non stonano con l’ambiente antico. I muri sono rimasti grezzi come erano, e lo stesso è stato fatto con le parti in legno e cemento dei soffitti e dei pavimenti. Poi l’arredamento … tessuti, oggetti particolari, ricordi di viaggio, il tutto assemblato con una strana “logica illogica”. Un ordine un po’ disordinato che lascia la casa aperta ai cambiamenti futuri e alle future aggiunte. La cucina si completa naturalmente con il cortile che si affaccia sul giardinetto, i bagni sono moderni pur rimanendo legati alla tradizione delle ceramiche, e le fotografie del padrone di casa fanno il resto! Unica concessione al bizzarro, la cabina di gomma dove Carlo suona la batteria in attesa di trovare un angolo adatto in casa che non dia troppo disturbo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Il fascino del bianconero

Nell’anno in cui Pantone decreta che le nostre case saranno viola, indaco, porpora e ciclamino ...

Condividi con un amico