Home » Casa » Una cucina bianca? Perché no?

Una cucina bianca? Perché no?

Ma la cucina bianca è classica, moderna o rustica? Forse nessuna delle tre e tutte e tre insieme. Certamente, per avere una cucina bianca bisogna sapere come disporre gli elementi e le fonti di luce per non mortificarla e soprattutto … bisogna essere armati di tanta pazienza perché ogni piccola macchia sarà visibile e accusatrice!

L’arte di sfruttare il bianco

Meglio se la cucina bianca abbia un tocco di classico, come ad esempio sportelli bugnati, o mobili grezzi che richiamano la lavorazione artigianale di un tempo. Il grezzo aiuta a riflettere meglio la luce come fa il colore bianco, per cui si sposano perfettamente. In secondo luogo, la cucina bianca va bene per ambienti piccoli. In quelli grandi diventa dispersiva e negli open-space va associata a un elemento che spezza per non diventare troppo esagerata. Nelle stanze piccole, però, porta luce e respiro che sono fondamentali nel buon arredamento. Il colore che manca per via dell’uniformità di tinta verrà poi dato dagli accessori e dagli oggetti di arredamento che possono essere o in tinta pastello, per non disturbare troppo l’insieme luminoso, oppure al contrario molto vivaci per spezzare. Meglio scegliere, per i pensili, le ante a giorno con vetri o specchi, mentre magari è meno consigliato l’acciaio per certe rifiniture. Puntate piuttosto sulla pietra o sul legno che spezzi -con un grigio scuro- la totalità di bianco intorno. Infine, la parete scura o colorata con tinte calde alle spalle dei mobili bianchi può essere un ottimo modo di mantenere la luminosità senza la monotonia di una tinta unica.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Purè di piselli e prosciutto

Purè di piselli e prosciutto Scopriamo una ricetta per preparare un saporito purè di piselli ...

Condividi con un amico