Home » Casa » Ecco alcune idee per le cucine “con isola”

Ecco alcune idee per le cucine “con isola”

Un tempo era impensabile! Far vedere agli ospiti i fornelli, far respirare loro il fumo, gli odori…. assolutamente no! Le cucine erano off limits, relegate lontano dalla zona di accoglienza di una casa. Ma oggi tutto è cambiato. L’open space -la stanza soggiorno tutt’uno con cucina e sala da pranzo- è il fulcro delle case moderne e l’alta efficienza delle cappe di oggi elimina ogni odore di cibo nell’aria. La cucina dunque diventa un mondo aperto, separato appena da quel mobile magico che molte donne amano: L’ISOLA!

Isola lunga, funzionale e che non tolga luce

Isola o penisola che sia, questo mobile non fa solo da “confine” tra due ambienti, pur mantenendoli aperti, ma serve da piano di appoggio, di lavoro, a volte anche da contenitore per elettrodomestici (quasi sempre forno o lavastoviglie) e può anche diventare oggetto d’arredamento raffinato! Le idee per le cucine con “isola” sono tante. Primo su tutti, l’isola -o penisola se legata ad altri mobili vicini- non deve mai togliere la luce, dunque deve essere sempre più bassa delle finestre. Deve rispettare il colore e possibilmente il materiale dei mobili della cucina ma senza discostarsi troppo da quelli del salotto o sala da pranzo su cui si affaccia. Deve possedere attacchi elettrici così da non costringere chi la usa ad avere con sé le bruttissime prolunghe. Può avere scaffali o sportelli da entrambi i lati, sia dal lato del lavoro di cucina che dal lato del soggiorno facendo guadagnare spazi utili anche ai mobili dell’altra stanza. Deve essere lunga quando basta per permettere di cucinare “in compagnia” ma anche perché lunga dona più linearità all’ambiente. Potete anche attrezzarla per avere -incorporato al centro- un lavello o addirittura un piano cottura, così da liberare spazi intorno. In questo caso il problema potrebbe essere quello della installazione della cappa, che deve pendere dal tetto ed essere anche essa “di stile” tale da confondersi con l’arredamento. Se volete usarla come tavolino da pranzo, fate in modo che l’isola abbia una base più corta centrale e che rimanga libera ai lati per mettervi intorno sedie o sgabelli.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Metti la casa su Facebook

Cosa fai se sei un architetto giovane, intelligente, vivace e pieno di idee strane e ...

Condividi con un amico