Home » Casa » Decorazioni “da viaggio” per la camera da letto

Decorazioni “da viaggio” per la camera da letto

A volte riempiamo le nostre stanze da letto di ricordi presi qua e là durante viaggi e vacanze da sogno: soprammobili, pupazzetti, oggetti rituali, quando va bene qualche arazzo o perfino armi tribali. Ma niente di tutto questo può restituirci la sensazione di benessere che ci hanno dato quei panorami, quelle montagne, i mari, le valli … Ma anche a questo c’è rimedio.

Riprodurre il panorama sul muro

La decorazione della parete di una camera da letto può -e deve- diventare panorama. Nell’epoca delle foto digitali e delle stampanti 3d si può questo e altro. Il primo segreto è creare quel gioco di colori che tanto abbiamo amato con le vernici per le pareti…. un azzurro chiaro e un verde smeraldo per riprodurre il mare di Sardegna, o il giallo oro di certi deserti al tramonto … Se volete di più, potete provare a far riprodurre quanto più in grande possibile uno degli scatti che avete fatto in vacanza e tramutarlo in un arazzo a muro, o in tenda parasole. Inquadrando quella foto tra due tende finte, sfidiamo chiunque a non credere che sia una finestra! Se volete riprodurre la foresta delle Maldive o i fondali di Sharm el Sheik, potete risolvere con adesivi da parete. Magari dipingendo il fondo di verde, o di blu turchese, e applicandovi sopra adesivi che riproducono sagome di piante o di pesci tropicali…! Potete riprodurre le atmosfere di certe zone del mondo anche con l’illuminazione e i riflessi. Se invece siete così fortunati da avere già un bel panorama fuori dalla finestra, vi basterà soltanto “inquadrarlo” per bene per trasformarlo in un quadro spettacolare. Immaginate una cornice intorno alla finestra che dà sul Colosseo, o delle finte piante intorno alla vetrata che dà sulle Dolomiti … e così via. 

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Un “nido bianco” sul Naviglio

L’architetto Cesare Galligani dello studio Planair di Milano, quando ha pensato a come restaurare questo piccolissimo ...

Condividi con un amico