Home » Casa » Acquisti per la casa: pronti per il “black friday”?

Acquisti per la casa: pronti per il “black friday”?

Quando arriva il “Black Friday” … il venerdì nero che è “nero” solo per i commercianti, dato che la gente fa festa con gli sconti più assurdi… non ci si ferma davanti a niente. Prezzi al tappeto, prodotti che spariscono dagli scaffali alla velocità del lampo, una festa per chi deve rinnovare armadi e perché no anche arredamento di casa. E se a questo si aggiunge il “Cyber Monday”, il lunedì degli sconti online, la festa è completa per tutti.

Via agli acquisti, a nord più che a sud

Proprio questo avverrà questa settimana. Venerdì 24 novembre è il tanto atteso “Black Friday” mentre lunedì 27 scatta il “Cyber Monday” e si prospetta una valanga di acquisti per la casa. In Italia, infatti, queste due giornate fanno registrare un accanimento di acquisti per l’arredo, la decorazione, l’utilità domestica molto più che per libri, elettronica o abiti. Con il nord che compra molto più che al sud, più per una smisurata fiducia verso le iniziative di sconto che per maggiore ricchezza, gli aumenti di acquisti si fanno comunque registrare ovunque (i record ai due estremi della penisola sono +36% in Lombardia e +10% in Calabria) ma è interessante vedere in dettaglio per cosa si scatenano i portafogli italiani.

Elettrodomestici e attrezzi per sport

Lo scorso anno il record di acquisti è stato fatto su TV, asciugatrici, lavatrici e frigoriferi con i telefonini e i tablet che arrancavano subito dopo. Nel 2017 si prospetta qualcosa di simile anche se si pensa che la gente punterà a comprare meno ma più per qualità che per quantità. Ovvero, magari non faccio lo spesone e spendo tutti i miei soldi per comprare il miglior frigo sulla piazza … o lo schermo gigante per il salotto … o tale mobile per la camera da letto. Tra le marche per la casa più comprate durante le giornate dei megasconti ci sono i prodotti “Ariete”, quelli della “Smeg” e -nuovi entrati in classifica- anche i prodotti per la ginnastica e il benessere fisico, meglio se di “Decathlon” o “Diadora”.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Un “nido bianco” sul Naviglio

L’architetto Cesare Galligani dello studio Planair di Milano, quando ha pensato a come restaurare questo piccolissimo ...

Condividi con un amico