Home » Casa » Arriva la casa antisismica: brutta ma sicura

Arriva la casa antisismica: brutta ma sicura

Purtroppo ha un difetto evidente. NON è bella. Ma è sicura e sarebbe una soluzione geniale da adottare in Paesi sismici come il nostro. Si dovrebbe rinunciare alla bellezza travolgente dei nostri borghi di pietra, dei castelli medievali, dei centri storici barocchi … non sappiamo se sia il caso, se ce la sentiamo. Ma intanto si potrebbe utilizzare per ricostruire quelle città che il terremoto lo hanno già subito al posto di quegli orribili container o dei freddi moduli prefabbricati. Lei è MADI la casa antisismica.

La casa antisismica “apri e chiudi”

MADI sta per Modulo Abitativo DIspiegabile, ed è una struttura pieghevole ideata da un italiano, l’architetto Renato Vidal. . Il vantaggio? Si costruisce in 6 ore e questo permetterebbe anche di intervenire in fretta nelle zone in cui il terremoto ha colpito in inverno. Infine, il pregio massimo: è totalmente ecologica! “Una struttura a zero impatto ambientale, al passo con i tempi e ideale per una generazione in costante movimento e mutamento” che in poco spazio (da 27 a un massimo di 84 mq) riesce a raccogliere tutti gli ambienti e i servizi necessari a una abitazione piccola e dignitosa. Fa parte, a modo suo, della nuova moda delle “micro case” che negli Stati Uniti sta spopolando più per capriccio che per vera esigenza. In Italia potrebbe risolvere più di un problema e non solo sismico. Certo, immaginare posti come Civita di Bagnoregio … o Matera … o Taormina … costellate di queste casupole aliene fa un po’ piangere il cuore. Ma forse nel tempo si troverà il modo di rendere le MADI più carine, anche dal punto di vista storico-artistico. Nel frattempo prendiamole come strutture di emergenza di cui tutti speriamo di non aver mai bisogno, ma che fa comodo avere in garage o nei depositi comunali. Bisognerà anche che il prezzo cali un poco, perché ogni MADI oggi costa tra i 28.000 e i 62.000 euro e il prezzo si alza per ogni modulo extra da aggiungere alla casetta base. Non è tantissimo, ma pagare una casa pieghevole come un monovano al mare in un condominio normale suona un po’ fuori luogo. Ci sarà tempo per migliorare anche questo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Quella famiglia toscana che non conosce dolore …

Questa sindrome si conosceva, al punto che se ne parla anche in alcune puntate dei ...

Condividi con un amico