Home » Casa » Casa sicura: detrazioni fiscali e novità 2018

Casa sicura: detrazioni fiscali e novità 2018

real estate concept with a model house in businessman's hands

Come cambiano la nostra casa e le leggi che la riguardano nel 2018? Prima della fine dell’anno, il Governo ha approvato la nuova Legge di Bilancio 2018, che di fatto cambia pochissimo nella normativa relativa alle abitazioni ma quelle cose che cambiano sono molto interessanti nella prospettiva dell’anno che è appena iniziato. Sono rimasti gli incentivi e i bonus, con qualche leggerissima modifica.

Ristrutturazioni, ecologia e assicurazione antisismica

Non cambia per fortuna la felice legge delle detrazioni fiscali sui lavori di ristrutturazione delle case (- 50%) con un picco di spesa massimo di 96.000 euro per ogni unità immobiliare, che vale sia per case singole che per condomini. Invariati anche gli incentivi ecologici per acquistare (con bonus del 50%) elettrodomestici classe A+ e arredi green, purché tali acquisti siano parte di una ristrutturazione e non di un primissimo arredo.  Chiunque abbia effettuato o effettuerà tali ristrutturazioni deve inviare il resoconto dei lavori in corso o eseguiti alla ENEA, via email. Una gradita novità sono gli incentivi Bonus Verde per l’abbellimento estetico di balconi e terrazzini con piante, fiori e verde autentico. In tal caso, sia per case singole che per condomini, la detrazione spetta fino ad un importo massimo di 5mila euro per appartamento, incluse spese di progettazione e di manutenzione. La detrazione spetta al singolo condomino «a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi». Detrazioni del 65% per chi sostituisce la climatizzazione invernale con nuovi dispositivi ibridi o con caldaie a condensazione di classe A.  Mentre il bonus per l’applicazione di infissi  a schermatura solare scende a 50%. Particolare attenzione a chi decide di ristrutturare la propria casa con norme antisismiche: in questo caso, il Sismabonus prevede interventi di riduzione di rischio sismico di immobili ricadenti nelle zone 1, 2 e 3, con detrazioni pari al 70% (per passare a classe inferiore di rischio) e all’80% (per passare a due classi inferiori). Gli interventi anti sismici sui condomini vedranno la detrazione del 75% (una classe di rischio) e 80% (due classi).

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ristrutturare casa con i bonus 2018

Era tanto atteso e c’è anche quest’anno. Il bonus per la ristrutturazione della casa, targato ...

Condividi con un amico