Home » Casa » Carta da parati, star del 2018

Carta da parati, star del 2018

Tornano le carte da parati, torna la moda che fece grandi gli anni Settanta. Una moda che era stata dimenticata negli ultimi anni del secolo scorso e agli inizi del nostro perché sostituita dalle più semplici e lavabili soluzioni di pittura e stucco delle pareti. Oggi, però, una nostalgica ventata di passato riporta la voglia di quei teli di carta decorata che rendevano le stanze così particolari … e che giocavano un ruolo anche nella regolazione della temperatura di casa.

Il ritorno della carta da parati

Tornano le carte da parati, ma non sono più antiche. Oggi sono moderne, pure quando sembrano vintage. Niente più tinte slavate o fiori giganti, niente accostamenti di colori assurdi ma stampe di alto livello. Ci racconta qualcosa in merito l’evento Paris Deco Off, l’appuntamento invernale con le tendenze del nuovo anno in fatto di arredi interni e che proprio le carte da parati sta riscoprendo e rivalutando per il 2018. Si torna alle antiche stampe a motivi botanici (Cole&Son), i colori sognanti firmati Serena Confalonieri per Misha Wall&Deco oppure i panorami di Misha Wallpaper.  Ci si domanda ora che fine avessero fatto queste aziende specializzate nelle carte da parati e come hanno fatto a sopravvivere alla crisi? Semplice.. si sono rimodernate e adattate al mercato in attesa di nuove occasioni.

…abbinate a tappeti e poltrone

Ed eccole le nuove occasioni, nel 2018 appena iniziato. La grafica potente di Dimorestudio, il classico che torna a imporsi con Dedar (foto), gli 88 colori del velluto nobile di Rubelli e poi l’assolutamente moderno: geometrie minuscole e psichedeliche, micro pattern, trame da tappeto trasferite sul muro, ma anche tinte uniche dai colori particolari … verde militare, bordeaux, lilla. Molto spesso le stesse aziende associano alle carte da parati rivestimenti per divani, poltrone e anche tappeti, oppure arazzi per l’abbellimento di certi angoli della casa. Nessuna meraviglia quindi se troverete una geometria accattivante sul divano a penisola, ripetuta poi -in grande- sul muro appena dietro.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Carnevale in casa

Sapete come nasce la maschera bergamasca di Arlecchino? Secondo alcune leggende è la storia di ...

Condividi con un amico