Home » Casa » Se la casa accoglie chi ha disturbi mentali

Se la casa accoglie chi ha disturbi mentali

Si sta svolgendo in questi giorni, fino al 19 marzo, al Lingotto di Torino, MinD Mad in Design, un workshop che mira a pensare gli spazi domestici non per famiglie qualsiasi ma per chi ha in casa persone con disturbi mentali. I disturbi mentali vanno dai più comuni (depressione, fobie) fino alla schizofrenia, bipolarismo, ritardi e demenze. In ogni caso, ma specialmente nei casi più gravi, l’accoglienza in un ambiente caloroso e protetto è fondamentale anche per chi assiste questi pazienti.

Evento per professionisti, studenti …

E’ dal 2014 che MinD Mad in Design (letteralmente “una mente pazza per il design”, giocando con il termine della follia) propone ogni anno soluzioni e idee innovative per permettere a un ambiente di accogliere queste persone particolari. La sicurezza per chi ha una mente fragile è generata dalle cose e dagli spazi che li circondano e su questo gli architetti del futuro devono puntare. L’evento è aperto a loro, ma anche a psicologi, educatori, tecnici della riabilitazione psichiatrica e medici. E ovviamente agli studenti. Quest’anno saranno 50 i giovani universitari italiani che lavoreranno al progetto e accanto a loro ci saranno 15 pazienti, perché è giusto che siano loro stessi a dare i suggerimenti necessari al “loro” ambiente.

… E pazienti

Progettare una casa insieme a chi deve viverla è da sempre il lavoro dell’architetto e dell’interior designer, ma farlo con chi ha disturbi mentali è una doppia sfida. Questi clienti non si possono contraddire, guidare o ammaliare … vanno solo ascoltati e aiutati a vivere bene negli spazi. Il paziente-cliente si sente così considerato e il futuro architetto si sentirà coinvolto in una situazione certamente difficile che metterà ancor più alla prova le sue capacità. Il tutto sotto l’occhio di educatori e medici che dovranno imparare da entrambi.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Una villetta in due: pro e contro della “bifamiliare”

Gli inglesi ne hanno fatto un culto. Uno stile diffuso e intoccabile. La villetta “bifamiliare” ...

Condividi con un amico