Home » Casa » Tre idee per separare cucina e salotto

Tre idee per separare cucina e salotto

Il problema si pone e si ripropone un po’ ovunque, di questi tempi. Non solo perché le case sono sempre più piccole, perché i bivani e monovani vanno di moda più dei quadrivani … ma anche perché perfino nelle case grandi ormai si cerca “l’open space”, che è sicuramente bello da vedere ma scomodo per la privacy. Specialmente è scomodo avere la cucina a vista, il disordine di pentole e piatti da lavare davanti agli ospiti seduti sul divano! Come separare i due ambienti senza rinunciare allo spazio “open”?

Ecco tre idee per separare

La prima idea è una soluzione, artistica e pratica,  creare dei pannelli scorrevoli con struttura in ebano e vetrate per isolare la cucina (foto accanto). In tal modo, pur restando “a vista”, la zona dei fornelli rimane riparata, soprattutto per quanto riguarda gli odori, continuando a prendere luce dalle stesse finestre del salotto. L’ebano dona una certa eleganza al box rendendolo un tutt’uno con il resto della stanza di ricevimento. Un’altra idea, che però non elimina gli odori, è quella antica e sempre funzionale del separé (foto in basso). Pannelli alti quanto basta per nascondere la vista, coperti con carta di riso, con teli di stoffa, decorazioni scolpite o … secondo l’ultima moda… con piante sistemate in verticale.

Anche le tende hanno il loro perché

Per risparmiare al massimo, potete infine optare per una tenda (foto grande in alto). Non pensate però allo squallido angolino cottura della casa dei bisnonni, con quelle tendine grezze macchiate di olio. Le tende che separano cucina e salotto, oggi, possono essere opere d’arte simili ad arazzi che da un lato regalano una nota in più di bellezza al salotto e dall’altro garantiscono la privacy in cucina. Certo, anche qui, gli odori rimangono … ma alla fine chi l’ha detto che una conversazione sul divano non sia anche più piacevole con il profumo della pasta al forno nell’aria?

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Metti la casa su Facebook

Cosa fai se sei un architetto giovane, intelligente, vivace e pieno di idee strane e ...

Condividi con un amico