Home » Cinema » Bruno Vespa darà possibilità di replica alle associazioni che sono contro l’eutanasia

Bruno Vespa darà possibilità di replica alle associazioni che sono contro l’eutanasia

Fabio Fazio e Roberto Saviano non vogliono dare la possibilità di “replica” nella loro trasmissione Vieni via con me, ai comitati pro-vita, che dopo l’intervento di Beppino Englaro (che ha elencato alcuni principi di diritto sanciti dalla Corte di Cassazione in seguito alla vicenda di Eluana Englaro) e Mina Welby (moglie di Piergiorgio Welby) avevano chiesto di poter spiegare le ragioni di chi invece non è d’accordo a praticare l’eutanasia.

Anche Benedetto XVI è intervenuto esortando “i protagonisti della politica e della comunicazione a promuovere una cultura rispettosa della vita”.

A questo punto, allora, è intervenuto Bruno Vespa che ha fatto sapere che tra mercoledì e giovedì prossimo ci sarà una puntata speciale di Porta a Porta “dedicata alle persone che vivono in uno stato vegetativo persistente, e sono assistite dai familiari che per loro hanno cambiato completamente le loro abitudini di vita e di lavoro.

Nel programma di Vespa, interverranno solo alcune di queste associazioni che dalle pagine dell’Avvenire avevano chiesto di poter essere ascoltate.

Il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella ha visto di buon occhio questa inziativa del giornalista nonchè scrittore della Rai e ha invitato Fini e Bersani, ad esprimersi su questa vicenda per far capire quali sono i loro valori di destra e di sinistra.

Ma l’unico ad essersi esposto nel dire come la pensava è stato Pier Ferdinando Casini, leader dell’UDC che in merito alla presa di posizione di Vieni via con me ha affermato: “Fazio e Saviano sono forti con i deboli e deboli con i forti”.

admin

x

Guarda anche

Morti casuali o omicidi? In provincia di Varese, sospetti su un medico

Cinque pazienti morti in poco tempo, tutti anziani e già malati, tutti nello stesso reparto ...

Condividi con un amico